Contemporaneo

Recensione in Anteprima – “IL SOLO POSTO AL MONDO” di Giacomo Assennato

Titolo: Il solo posto al mondo
Autore: Giacomo Assennato
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Self Publishing
Lunghezza: 191 pagine
Prezzo: Ebook €3,50
Data di pubblicazione: 21 Marzo 2021

ACQUISTA

SINOSSI

Gabriele è uno studente universitario all’ultimo anno del corso di Laurea; la sua carriera procede brillantemente, al contrario della sua vita privata. Da tempo ha scelto di essere invisibile, di chiudersi al mondo dopo un’adolescenza segnata dal confronto con i compagni di scuola, toccato dalla loro insensibilità. Cristian, anche lui studente, frequenta un’altra Facoltà, ha abitudini diverse e solo un incontro del tutto imprevisto avvicinerà i due ragazzi. Sarà grazie alla delicata intraprendenza di Cristian che Gabriele riuscirà a sciogliere il nodo che gli impedisce di essere pienamente se stesso, allontanerà la malinconia di fondo con cui ha convissuto e sarà libero di abbracciare una grande storia d’amore. Il loro sarà un rapporto scintillante, divertente ed intenso. Ma la vita, si sa, è fatta di incontri, sogni, sbagli, e non tutto andrà come si aspettavano.


RECENSIONE

E il sorriso che esplose sul viso di Cristian aprì finalmente il varco a quel ragazzino a cui Gabriele aveva impedito di crescere e se ne stava nascosto da troppo tempo.

“Il solo posto al mondo” è una storia dolce amara, una vicenda intrisa di emozioni non sempre facili da affrontare, di sbagli e pentimenti, difficoltà e ferite che costellano due vite e due anime che si incontrano e riconoscono. Due giovani che si innamorano, si sostengono, e fanno del loro rapporto tutto il loro mondo. Un’esistenza, e un’affinità, così forte e assoluta che ci spiazza e destabilizza quando si infrange e spezza, quando tutto ciò che erano, e rappresentavano, si frantuma disperdendosi nel tempo e nella lontananza.

Questa è la storia di Gabriele e Cristian,  è la storia di due ragazzi e un solo cuore, di un amore e due personalità che si completano, si sostengono e si aprono alla vita afferrando quella felicità così totalizzante che spaventa, una comunione che li rende l’unico posto in tutto il mondo in cui vorrebbero vivere. Li accompagniamo tra le prime incertezze e difficoltà, tra la paura di essere ciò che si è, e la tenerezza di un cammino verso la consapevolezza. 

Gabriele è un ragazzo chiuso, un giovane che da sempre si isola da chi lo circonda. La sua solitudine è una corazza dietro la quale si è nascosto, un espediente per rendersi invisibile e per non soffrire. L’incontro con Cristian è un evento che il destino gli offre per potersi aprire e per permettergli di sognare ciò che mai avrebbe creduto.

Cristian ci appare subito caratterialmente in antitesi con Gabriele, è un giovane vivace e solare, un ragazzo sicuro e deciso che sa chi sia e cosa voglia dalla vita. Lui vuole Gabriele, vuole costruire quel futuro che sembra nascere dalle fiabe, un sogno così meraviglioso e inaspettato da renderlo vulnerabile quando, purtroppo, la crudeltà della vita irromperà e tutto distruggerà.

Non se l’erano inventato il loro amore, gli era cascato addosso. E a questo punto sentivano che niente li avrebbe mai separati. Ma si sbagliavano.

Giacomo Assennato ha saputo sorprendermi, mai avrei potuto pensare o prevedere lo svolgimento degli eventi, la sofferenza e il dolore che i suoi protagonisti sono chiamati a vivere, a subire e sopportare. Sinceramente sono rimasta basita, e contrariata, dagli accadimenti, eventi che mi hanno portata a “detestare” uno dei protagonisti, a colpevolizzarlo per tutto il dolore gratuito e gli anni di sofferenza che ha scatenato in colui che diceva di amare e che mai ha saputo dimenticare. Anni di lontananza e struggimento, di segreti e sotterfugi, bugie ed escamotage per poter continuare a vivere quell’amore che mai si era sopito.

“Il solo posto al mondo” è un libro che ci parla di debolezze e mancanze, di come un solo errore possa infrangere ogni sicurezza e speranza. Giacomo Assennato ci trascina in una vicenda a tratti stridente e spigolosa, una storia che però non perde la bellezza e la melodia del suo stile attraverso la delicatezza della sua narrativa e grazie anche all’amore meraviglioso che sa, come sempre, raccontarci.

Era la gioia, che era  tornata ed era sconfinata.

Classificazione: 4.5 su 5.

Copia ARC fornita dall’autore

GIACOMO ASSENNATO – AMAZON

Giacomo Assennato

2 risposte »

  1. Mi dispiace di avere creato la situazione “sbam” così di rottura con tutto il resto… Gabriele è solo complesso, ma poi, ebbe, lo voglio dire anche se non dovrei, il libro finisce bene. Grazie delle belle parole. Capisco proprio tutto lo stato d’animo di quando l’hai letto… compreso il dispetto che ti ho fatto. Grzie davvero. La prossima volta sarò buono dall’inizio alla fine, una favola di principi. 🙂