Contemporaneo

Recensione – “NIENTE DI SPECIALE” di Jay Northcote

TITOLO: Niente di speciale
TITOLO ORIGINALE: Nothing special
AUTORE: Jay Northcote
TRADUZIONE: Sara Linda Benatti
GENERE: QLGBT Contemporaneo
SERIE: Stand Alone
FORMATO: E-book
PREZZO: Disponibile su Kindle Unlimited
DATA DI USCITA: 23 settembre 2020

ACQUISTA

SINOSSI

Quando le insicurezze di Noah minacceranno la loro relazione ancora sul nascere, Sol riuscirà a convincerlo che lui è abbastanza?

Noah pensa di non essere niente di speciale. Altezza media, un po’ magrolino, carino ma con l’aria da geek, è implacabilmente ordinario. Di certo non si aspetta di venire notato Sol, lo splendido sconosciuto dai capelli scuri che vede di solito tornando a casa dal lavoro.

Quando un amico lo convince a correre in grosso rischio per attirare l’attenzione Sol, le cose vanno meglio di quanto Noah avesse osato sperare. Solo che lui non pensa di essere abbastanza interessante o abbastanza sexy da trattenere l’attenzione di Sol.

Mentre Sol cerca di avvicinarsi, Noah tenta di proteggere il proprio cuore allontanandosi. Se vuole che la loro relazione sopravviva, Noah deve accettare il fatto che Sol lo vede in maniera molto diversa da come lui vede se stesso. Perché, per Sol, Noah è davvero qualcosa di molto speciale.

 


RECENSIONE

“Anche l’ordinario può essere bello. È solo che ci vuole l’occhio di un artista per apprezzarlo.”

“Niente di speciale” è una storia dolcissima, ricca di tenerezza e romanticismo. Jay Northcote ci racconta una vicenda morbida e melodica, una lettura rilassante ricca di sentimento e delicatezza. Ci parla di Noah, un ragazzo timido e fortemente insicuro, un giovane che non riesce a percepire il suo valore. Le sue esperienze sono state poche e spesso umilianti, andando così a minare ancor di più la considerazione di sé. Incontrare Sol, solare, vitale e suadentemente sexy, lo farà sentire ancora più inadeguato verso se stesso e rendendolo cieco ai sentimenti che suscita in lui. Il loro è un incontro che da il via ad un rapporto travolgente, un bisogno di viversi senza mai lasciarsi. Vengono travolti dalla passione e dalla chimica che esplode da sentimenti ancora nascosti alla loro coscienza. Si vivono con intensità e trasporto, brama e bisogno. Più il loro rapporto diventa coinvolgente e travolgente, più Noah si spaventa. I sentimenti che sente esplodergli con intensità nel cuore e nella mente lo annichiliscono, non riesce a credere che Sol possa provare per lui amore, non riesce a vedersi attraverso i suoi occhi. La paura è paralizzante, il desiderio di sciogliersi tra le braccia del suo ragazzo viene frenato dalla titubanza e dal terrore di poter essere nuovamente ferito. L’ansia di ritrovarsi con il cuore spezzato è un freno destabilizzante, un impedimento che rischia di fargli perdere quello che di più bello la vita possa offrirgli, amare ed essere amato.

“Penso di non aver mai veramente creduto che potesse andare da qualche parte perché io… io non sono niente di speciale.”

Quando la profondità dei suoi sentimenti raggiungeranno l’apice, Noah precipiterà in un vortice paralizzante di insicurezza e timore, un turbinio di emozioni e sensazioni che lo porteranno a ferire Sol, rischiando così di perdere tutto quello che ha sempre desiderato e mai creduto di meritare. 

Jay Norchote ci parla di sentimenti puri, di accettazione e fiducia, paure e inadeguatezze con uno stile narrativo fluido e lieve. Ci regala emozioni positive ricche di speranza e un pizzico di fiabesca melodia. Viviamo attimi di puro relax e desiderio, soavità e un tocco di struggente commozione. Se desiderate immergervi in una storia rilassante dalle tinte rosee, questo è un libro da non perdere. Dolcissimo. 

“Ma tia amo per via di quello che sei, perché sei dolce e gentile e meraviglioso. In te tutto quanto è speciale, per me.”

Copia ARC fornita dall’autore

Classificazione: 4 su 5.

A proposito di Jay
Jay vive appena fuori Bristol, nel West England. Viene da una famiglia di scrittori, ma ha sempre
pensato che con lui il dono per la narrativa avesse saltato una generazione. Ha passato anni a scrivere
solo e soltanto email, articoli, o contenuti internet.
Un giorno ha deciso di provare con un racconto, giusto per vedere se ne era capace, e ha scoperto che
dava dipendenza. Non ha più smesso da allora.
Jay è transgender, e in precedenza era noto come ‘lei’.

JAY NORTHCOTE – AMAZON

Jay Northcote