Urban Fantasy

Recensione – “ESCAPE” di Corinna Corti – Over the Rainbow

Titolo: Escape
Autore: Corinna Corti
Genere: Urban Fantasy
Casa Editrice: Over the Rainbow – PubMe
Lunghezza: 248 pagine
Prezzo: Ebook €2,99 – Cartaceo €13,90 – Anche in KU
Data di pubblicazione: 24 Aprile 2020

ACQUISTA

SINOSSI

Per diventare allievi della St Patrick, la più esclusiva accademia
di tutta l’Inghilterra, occorrono due requisiti fondamentali:
essere ricchi ed essere degli psicocineti. Ethan Blake e Dean
Wright non solo soddisfano entrambe le richieste, ma sono
gli eredi delle famiglie più potenti e influenti nella sanguinosa
guerra che da anni divide l’aristocrazia inglese in due fazioni
contrapposte: la Rosa Bianca e la Rosa Rossa.
Con la fine del quarto anno scolastico, le responsabilità
cominciano ad affacciarsi nella loro spensierata adolescenza.
Dean diventa gli occhi e le orecchie della Rosa Rossa all’interno
dell’Accademia, ma notti insonni e una stanchezza insolita
rischiano di compromettere la sua missione. Per di più, Ethan
finisce per trovarsi sempre sulla sua strada e sembra accusare
lo stesso affaticamento. Desideroso di far luce sulla faccenda,
Dean inizia a indagare in una corsa contro il tempo e contro lo
spietato Lord Bucket, leader della Rosa Rossa.
Così, mentre la resa dei conti si avvicina, Ethan e Dean dovranno
loro malgrado aprire gli occhi e comprendere la vera natura
dell’odio che li separa, rispondendo finalmente all’unica domanda
che nessuno ha mai permesso loro di porre: è possibile
cambiare il proprio destino?

Biografia autore
Corinna Corti (1989, Como), copywriter di professione, gestisce
un sito di scrittura creativa, Asgradel. Ha pubblicato, con
alcuni amici nel 2019, il primo libro di una trilogia fantasy
Memorie di Theras – Le Campane di Pietra.


RECENSIONE

“Sai  qual è il problema di chi si spaccia per malvagio, stronzo e opportunista proprio come fai tu”” sogghignò Lady Electra senza lasciarlo finire. “Che prima o poi deve dimostrare di esserlo per davvero.”

Una faida che si perde nel tempo che fu, due schieramenti che non si fermano davanti a nessuna azione per primeggiare e ottenere il potere, una scuola particolare per giovani attentamente selezionati, e due giovani costretti ad odiarsi perché gli viene imposto. “Escape” ci proietta in un’epoca lontana, in una battaglia che mette in campo giovani innocenti come pedine in una guerra più grande di loro. Due giovani obbligati a spiarsi e danneggiarsi, a minare l’incolumità fisica per aver salva la vita.

Corinna Corti ci proietta in una storia urban fantasy dalla connaturazione fortemente young, una vicenda che tocca con delicatezza alcune tematiche LGBT, il rifiuto e la paura, le dinamiche di crescita e le domande che assillano l’esistenza dei più giovani.  Dean e Blake sono nemici, due avversari che interpretano un ruolo che gli è stato imposto, un ruolo che devono compiere per soddisfare la brama di uomini crudeli e assetati di potere. L’intera vicenda ci viene raccontata da Dean, un punto di vista che rispecchia con efficacia i suoi dubbi, le incertezze e le paure. Il suo odio per Blake è una costante, un sentimento che da anni alimenta con costanza e dedizione nella paura di scoprire la verità. Sarà proprio Blake a instillare in lui quel dubbio che diviene tarlo, una dissonanza che lo porta  a giustificarsi con se stesso, a prendere decisioni che vanno contro ogni suo dovere, a tentare di capire la verità che la personalità di Blake nasconde. Dean è il cattivo, un cattivo che interpreta una parte a lui non consona, una recita che diviene di giorno in giorno sempre più soffocante e destabilizzante. Non riesce a capire, a sondare cosa effettivamente si nasconda in quel giovane che lo disturba e disorienta, quel giovane che deve condannare a morte  certa.

Tra incantesimi e rune antiche, sogni e visioni, Dean dovrà decidere della sua vita, di se stesso e di quel giovane che in fondo non ha mai imparato ad odiare. Corinna Corti ci trasporta in una storia adatta anche ai più giovani, una vicenda delicata che esprime ogni sogno e  dubbio infranto, ogni speranza e desiderio di spezzare quel destino imposto e mai accettato che i due giovani sono chiamati a interpretare. Saranno capaci di vedersi oltre il loro schieramento e darsi la possibilità di costruirsi un futuro diverso da quello tracciato per loro?

“Escape” è una storia fresca e fluida che ci regala un percorso spesso difficile e oscuro, ingiusto e sofferto. Mi sarebbe piaciuto poter avere anche un solo capitolo in più, un piccolo scorcio sul futuro  di Dean e Blake.

Per lui si trattava solo di sopravvivenza. La sua, o quella di than.

VOTO 4/5

Copia ARC fornita dalla CE