Contemporaneo

Recensione – “IL PERDONO” di Ruth Clampett – Quixote Edizioni

TITOLO: Il perdono
TITOLO ORIGINALE: Unforgiven
AUTRICE: Ruth Clampett
TRADUZIONE: Francesca Noto
SERIE: Stand Alone
GENERE: QLGBT Contemporaneo
FORMATO: E-book (Mobi, Epub, Pdf) e
cartaceo
PAGINE: 332
PREZZO: €4,99 (e-book) su Amazon, Kobo,
iTunes, Google Play, Store QE
DATA DI USCITA: 11 maggio 2020

ACQUISTA

QUIXOTE

SINOSSI

Accetteresti di vivere in una menzogna per non perdere chi ami?
Dean e Jason sono migliori amici, uniti come fratelli fin dall’infanzia e ora studenti di
architettura e coinquilini. Si sono sempre sostenuti a vicenda, ma quando uno dei due incontra
l’altro in compagnia di un uomo, tutto cambia. Come puoi spiegare al tuo migliore amico che è lui
quello che hai sempre desiderato e che la tua vita è sempre stata una bugia?
Disperazione e vergogna sono due brutte parole che scorrono nelle vene di Jason. Porta in sé le
cicatrici lasciategli nell’animo da un prete ribelle che gli ha rubato l’innocenza e lo ha distrutto. Nel
frattempo, per anni ha visto Dean inseguire una donna dopo l’altra mentre il suo cuore si spezzava
sempre di più.
Quando il loro mondo crolla, impareranno che il potente legame tra loro ha più forza di quanto
entrambi possano comprendere. Due anime spezzate potranno trovare la luce nella loro oscurità e
diventare una cosa sola, oppure i peccati del passato resteranno per sempre imperdonabili?


RECENSIONE

“Non posso perderti, Dean. Non posso, davvero. Quindi vacci piano con me.”

“Il perdono” è sicuramente una storia dalle tematiche difficili e serie, una vicenda che indaga l’introspezione umana di due giovani che finalmente dovranno imparare a guardare la realtà che hanno sempre nascosto anche a se stessi. Questo è un libro che ci parla di amicizia e amore, ma è anche una storia che ci racconta un orrore indicibile tra vergogna e negazione. Jason è sicuramente il fulcro della vicenda, il protagonista attorno a cui ruotano eventi gravi e devastanti, colui che nasconde agli occhi del mondo una realtà che lo ha spezzato, un vissuto sconvolgente e dilaniante che non riesce più a mascherare. Un passato che lentamente lo sta divorando da dentro, incrinando ogni suo controllo tra disperazione e rifiuto. Ha soppresso per anni ogni suo desiderio, ha taciuto per vergogna e umiliazione un vissuto che ha lacerato la sua anima. Ha creduto di poter dimenticare l’orrore, di poter sopprimere se stesso nella paura di perdere l’unica persona importante e vitale della sua esistenza. Purtroppo è arrivato il momento per lui di capire, il momento di scoprire veramente la sua natura, di accettare se stesso senza vergogna.

Per Dean realizzare che il suo migliore amico da sempre è gay è uno shock, la rabbia è il primo sentimento a prevalere e che gli instilla un’emozione che sa di tradimento. Ha difficoltà a capire e ad accettare che forse la loro amicizia non è mai stata vera, che posa le fondamenta su non detto e bugie. Insieme allo sconcerto si affaccia prepotentemente alla sua mente un sentimento di gelosia e possesso, sensazioni che non riesce a spiegarsi e tanto meno ad analizzare. Vive attimi di tensione e disprezzo che sfociano in rifiuto, liti e distacco. Lentamente cerca di comprendere, di riavvicinarsi spinto da curiosità e libido, una curiosità che lo porterà a sperimentare e a ferire profondamente, anche se inconsapevolmente, l’amico. 

È questo che sarebbe successo a Jason se mi avesse perso? Non sono sicuro di poter vivere con un simile senso di colpa.

Per gran parte della narrazione ho avuto difficoltà ad apprezzare il personaggio di Dean, un ragazzo che troppo spesso ho trovato egoista ed egocentrico, un giovane che, in alcuni momenti, mi è anche apparso superficiale e astioso. Nonostante questo suo aspetto caratteriale ho apprezzato moltissimo il suo porsi delle domande difficili, il suo realizzare con fatica e diniego una realtà che portava nascosta nel profondo del suo cuore. Dean saprà riscattarsi mano a mano che gli eventi porteranno alla luce ricordi e verità, un riscatto che salverà Jason dal perdersi per sempre in un baratro di auto distruzione.

Ruth Clampett ci racconta una storia unica con originalità e attenzione, una vicenda ricca di erotismo che non ci risparmia il dolore e la commozione, la disperazione e la speranza per questi due giovani uomini. Il suo stile è schietto e immediato, uno stile che diviene sempre più intenso e struggente lungo tutta la narrazione. “Il perdono” è un libro bellissimo che racchiude un’ampia gamma di emozioni difficili, quasi soffocanti nello strazio di un dolore così vivo e vivido.

“Ti amo, Dean. Ti ho sempre amato, e ti amerò per sempre.”

VOTO 4.5/5


L’autrice
Ruth Clampett è una donna del ventunesimo secolo che aspira a diventare Wonder Woman…
se solo riuscisse a trovare il suo mantello e il suo lazo magico. Nel frattempo, si destreggia tra
maternità, un lavoro a tempo pieno con la sua casa editrice d’arte per Warner Bros e la scrittura
notturna di romanzi d’amore. La sua seconda ossessione dopo la scrittura sono i viaggi, che le
hanno permesso di incontrare amici lettori e scrittori in tutto il mondo. È allegramente esaurita e
non cambierebbe neanche una virgola della sua folle vita.
Ogni stanza della sua casa è dipinta in un colore diverso e i suoi libri sono altrettanto vari, e
riescono a infondere umorismo, drammaticità e passione nelle vite romantiche di eroine ed eroi forti
e delle loro degne e determinate controparti.
Ruth ha pubblicato finora otto romanzi: Animate Me, Mr. 365, la Work of Art Trilogy, WET,
BURN e Unforgiven. Tre dei suoi romanzi sono stati tradotti in tedesco, francese e portoghese. È
cresciuta e ancora vive a Los Angeles, ed è tenuta sotto controllo dalla figlia adolescente,
soprannominata con affetto Miss Sarcasmo, che adora viaggiare con sua madre con un blocco da
disegno in mano.

RUTH CLAMPETT – AMAZON

Ruth Clampett