Senza categoria

Recensione in Anteprima – “MI CHIAMO PIETRO” di Giacomo Assennato

Titolo: Mi chiamo Pietro
Autore: Giacomo Assennato
Genere: Contemporaneo M/M
Casa Editrice: Self Publishing
Lunghezza: 66 pagine
Prezzo: Ebook €0,99  – Cartaceo €4,00
Data di pubblicazione: 11 Maggio 2020

ACQUISTA

SINOSSI

Antonio e Pietro. Pietro e Antonio. Una storia d’amore lunga una vita intera, già raccontata in “Dimmi chi sei”. Questa novella è il punto di vista di Pietro, il suo realizzare che qualcosa non va, lo sgomento nel capire che quella vita che hanno sempre percorso insieme proverà a dividerli, suo malgrado, nell’ombra di un nemico invisibile. È l’inizio di un nuovo scoglio lungo il cammino dei due uomini, una svolta dolorosa che sconvolgerà la loro vita, ma non inciderà sulla loro unione.


RECENSIONE

Semplicemente mi hai seguito e ti sentivi al sicuro.

Giacomo Assennato ci regala poche pagine raccontateci da Pietro, uno spaccato di momenti dolcissimi che ampliano la storia di “Dimmi chi sei”. Una storia dolce amara che si perde nei ricordi, momenti che sfumano tra i fili della memoria e la nebbia di un male che non perdona. 

Ritrovare la storia di Antonio e Pietro è magia, respirare ancora la commovente bellezza del loro amore è melodia, una musica struggente nell’intensità di un sentimento così appagante, forte e vivo, che li ha accompagnati per tutta la loro vita. Una vita che è stata tale solo dal loro primo incontro, degna di essere vissuta nonostante il dolore, le ferite, le umiliazioni e il rifiuto. Fuggiti lontano, nascosti da chi li voleva diversi e divisi.

[…] c’era un ragazzino timido, anche lui estraneo a tutto e a tutti, con un cuore gemello al mio…

Pietro ci racconta i primi momenti di confusione, le incertezze di una memoria che sta perdendosi. Ci parla delle paure, paura per Antonio, paura di non essere più in grado di proteggerlo ed essere la roccia inamovibile che lo sostiene. Ci racconta il suo amore per quel ragazzo, prima, e uomo, poi, bellissimo, di una bellezza che viene dal suo cuore buono, sognatore e sempre un po’ fanciullesco e romantico. Percepiamo la loro dedizione, alimentata da un sentimento vivo e vivido oggi più che allora, un amore che sa di incanto e magia.

E qui finisce tutto, e comincia un’altra cosa. È la diga. Non ho più il cuore, non so più che fine abbia fatto […]. Quello che sento è solo dolore, ne sono pieno. Non finirà mai. No, non è vero proprio per niente, se ne va, o meglio si sposta, per fare posto a un’altra cosa che spinge, che si gonfia, cresce e quella sì mi riempie tutto. La conosco: è l’amore che provo per il mio uomo, ma mai è stato così grande.

Per tutti coloro che hanno amato “Dimmi chi sei”, “Mi chiamo Pietro” è la possibilità di respirare ancora la bellezza malinconica di una storia unica. Una vicenda raccontataci dallo stile inconfondibile di Giacomo Assennato, una narrativa che indaga la delicatezza dell’animo umano con pennellate melodiche di un sentimento che è tormento e salvezza nell’elegante intensità con cui viene tratteggiato. Imperdibile.

VOTO 5/5

Copia ARC fornita dall’autore


GIACOMO ASSENNATO – AMAZON

Giacomo Assennato

Categorie:Senza categoria

1 risposta »