Fantasy

Recensione – “SEPNIR” La Convergenza #1.5 di Paola Velo – Quixote Edizioni

TITOLO: Sepnir
AUTRICE: Paola Velo
SERIE: La Convergenza #1.5
GENERE: Fantasy
FORMATO: E-book (Mobi)
PAGINE: 103
PREZZO: €1,99 (solo e-book) – disponibile su Kindle
Unlimited
DATA DI USCITA: 20 aprile 2020

ACQUISTA

QUIXOTE

SINOSSI

Sepnir e il suo padrone Phobos hanno vissuto secoli insieme, tra missioni di spionaggio, intrighi e intensi momenti felici, fino a quando Aidan, l’amante perduto di Phobos, non è tornato dal mondo dei morti. Essere tutto a un tratto un famiglio trascurato non è facile e lui deve abituarsi a condividere il suo padrone, ma farlo con l’uomo che odia di più al mondo, potrebbe essere un’impresa impossibile.
Soprattutto per qualcuno che ritiene ben più utile sfruttare quelle energie per dimostrare a Phobos che solo lui, con la sua coccolosità acuta e psicosi assassina grave, è in grado di riempire il suo cuore.


RECENSIONE

Doveva intervenire? Phobos stava cercando di liberarsi? Uh, Aidan lo aveva appena graffiato? Allarme a tutti i sistemi, attivare protocollo Stai-molestando-il-pitone-sbagliato!

Paola Velo ci offre poche pagine per narrarci uno spaccato dolcemente irriverente raccontatoci da Sepnir, il famiglio di Phobos, un animaletto dispettoso, un po’ psicopatico e profondamente geloso. L’autrice ci offre una caratterizzazione unica attraverso uno stile ironico e di pungente ilarità. È impossibile non sorridere per i pensieri salaci e aggressivi del serpente, al suo lato profondamente “coccoloso” e protettivo nei confronti del suo padrone, del suo mago, che considera come il suo papà. Dividere le attenzioni dell’uomo che ama immensamente con Aiden darà vita a situazioni ricche di divertita tensione, dispetti e agguati. Non riesce a comprendere il rapporto che lega il mago con il cavaliere e farà di tutto per riuscire a separarli definitivamente. Tra pensieri malvagi e un attacco a sorpresa, Sapnir dovrà imparare nuove emozioni, dovrà imparare che nel cuore di Phobos c’è posto per entrambi.

Si sentiva inutile. Si sentiva solo. Appoggiò la testolina sul corpo arrotolato e osservò.

Ho trovato veramente spassoso il comportamento di Sapnir, i suoi pensieri e l’evoluzione emotiva che lo contraddistingue. In queste pochissime pagine Paola Velo ha saputo racchiudere passione e dolcezza, pericolo e divertimento con una punta di dolce struggimento. Non posso raccontarvi molto altro perché detesto fare spoiler, ma sicuramente posso affermare che “Sepnir” saprà regalarvi una lettura distensiva, leggera e maleficamente divertente. Da leggere solo se avete letto il primo volume della serie. Da non perdere.

VOTO 4.5/5


L’autrice
Ancora alle prese con drammi shakespeariani e professori puntualissimi nel loro ritardo, Paola
Velo dedica la sua vita a cercare unicorni, che siano sotto forma di ninnoli o che siano quelli nel cuore
delle persone. Adora scrivere campagne per Dungeons&Dragons da giocare con i suoi amici, anche
se finisce sempre per inserire troppo romanticismo M/M. Il suo passatempo preferito resta però
torturare i suoi personaggi di frustrazione sessuale, per poi premiarli con il lieto fine. Forse. Chissà.
Non fa promesse.
In ogni caso, l’unica cosa che veramente conta per lei è suscitare qualcosa con le sue parole, che
sia una risata, un sospiro o una lacrima di commozione. Oh sì, anche un’imprecazione.

SERIE LA CONVERGENZA

RECENSIONE

Annunci