Fantasy

Recensione in Anteprima – “GUAI A ELDERLAN” Starfig Investigation #1 di Meghan Maslow – Quixote Edizioni

TITOLO: Guai a Elderland
TITOLO ORIGINALE: By Fairy Means
or Foul
AUTRICE: Meghan Maslow
TRADUZIONE: Sara Linda Benatti
AMBIENTAZIONE: Fantasy
COVER ARTIST: PF Graphic Design
SERIE: Starfig Investigation #1
GENERE: Fantasy – Magic
FORMATO: E-book (Mobi, Epub, Pdf) e
cartaceo
PAGINE: 304
PREZZO: €4,49 (e-book) su Amazon,
Kobo, iTunes, Google Play, Store QE
DATA DI USCITA: 17 febbraio 2020

ACQUISTA

QUIXOTE

Sinossi

L’ultima cosa che desidera Twig Starfig, investigatore privato mezzo drago e mezzo fairy, è recuperare un corno incantato rubato da un fae infido; però non può rifiutare quando un unicorno di abbacinante bellezza gli chiede di farlo. Non può rifiutare alla lettera, perché costringere il riluttante detective fa parte della magia seduttiva dell’unicorno.
Per giunta, Twig si ritrova sul groppone il saccente servo a contratto, Quinn Broomsparkle. In teoria i draghi dovrebbero aver voglia di mangiare gli umani, ma il lato mezzodrago vorrebbe ingoiare Quinn in un modo più… personale. E tanto per peggiorare le cose, è chiaro che quell’aiutante bello da togliere il fiato, ma inaffidabile, nasconde qualcosa. Qualcosa di grosso. E non si tratta di quello che ha nei pantaloni. Nel lavoro di un investigatore privato questo vuol dire guai con la G maiuscola.
Aggiungeteci anche un esercito di zombie, un’inquietante nave pirata fantasma, un tappeto volante malfunzionante, e l’imperioso padre fairy a pretendere che Twig sia all’altezza dell’illustre nome degli Starfig. Naturalmente, un vecchio ma costante nemico sceglie proprio quel momento per tornare in superficie. Tutti questi inconvenienti Twig può gestirli con tranquillità. Ma rendersi conto che si sta innamorando di un umano che non è libero di ricambiare il suo affetto, e la cui vita potrebbe dipendere dal successo di quest’ultimo caso… ecco, quello fa più fatica a gestirlo.


RECENSIONE

Il mio lato drago stava digrignando i denti all’idea di allontanarsi da lui, e persino il mio lato fairy pareva guardarlo con le stelline negli occhi. In sostanza, ero fottuto.

Stupendo. “Guai a Elderland è un fantasy nuovo e originale, tratteggiato da uno stile ricco e coinvolgente. Meghan Maslow ci racconta una vicenda fantastica grazie ad una narrativa fluida, scorrevole e di immediata comprensione. La sua trama si svolge lungo una serie di eventi che spesso sconcertano e divertono, nulla togliendo alla linearità e all’originalità che in essa racchiude. Scopriamo un mondo nuovo popolato da fate, draghi, uomini, demoni e fantasmi e moltissimi altri esseri che da sempre popolano le fantasie, i miti e le leggende tramandate nei secoli. L’autrice ci regala una visione differente e più intrinsecamente divertente, arricchisce ogni scena, e interazione, da sarcasmo pungente e battute ilari. Ci regala la possibilità di immergerci e assaporare un mondo ammaliante e travolgente senza tralasciare tematiche più serie e importanti.

Twig e Quinn sono due protagonisti splendidi e unici, due esseri che non riescono a trovare il loro posto in nessun regno e/o ambiente. Derisi e rifiutati, umiliati e emarginati. La loro avventura ha del rocambolesco, una serie di accadimenti sempre più inusuali e appassionanti che li porterà inevitabilmente a viverli a stretto contatto. Una convivenza “forzata” che li trascinerà nella passione e alla scoperta dell’amore.

Tra tradimenti, bugie e giochi di magia, la strada per la salvezza è lunga e difficile da percorrere insieme. Viviamo insieme a loro alcuni attimi di struggente commozione e di romantica dolcezza, stemperati da un pizzico di assurda “follia”

“Che scelta avrei? Non voglio essere legato a qualcuno che non mi vuole e che prova soltanto odio e senso di tradimento.”

“Guai a Elderland” è una storia meravigliosa, una vicenda per tutti coloro che amano immergersi nella fantasia più sfrenata. Meghan Maslow ci regala un’esplosione di colori e sensazioni che ci irretiscono tra le sue pagine fino alla parola fine. In conclusione posso solo ribadire: divertente e frizzante, originale e tenero. Un libro che ci parla di amicizia e fiducia, razzismo ed egoismo, sacrificio e rinuncia, senza toglierci il sorriso dalle labbra. Da leggere.

VOTO 5/5

Copia ARC fornita dalla CE


A proposito dell’autrice
Meghan Maslow appartiene a una specie molto rara. No, non è un unicorno (anche sarebbe coooosì
figo). Lei è, ommioddio, una scrittrice estroversa!
Crede che la vita debba essere vissuta a pieno. Preferibilmente con molta gente attorno. Ogni giorno
è un’avventura, o dovrebbe esserlo. Passa molto tempo della sua vita lavorando e vivendo in
numerosi posti in Africa. Ha molti talenti e ha perfezionato l’arte di origliare nei bar di tutto il
mondo intanto che sorseggia le birre locali, e chiacchierare con chiunque non sia abbastanza veloce
da sfuggirle. Crede che la gentilezza sia contagiosa e imparare a ridere di se stessi sia uno dei regali
più belli della vita (e una sfida). È una sostenitrice della giustizia sociale, crede che raccontare le
storie possa essere formativo e, sorprendentemente, non è misantropa. Ama viaggiare, leggere, la
musica internazionale, i moscow mule, i balli imbarazzanti, i dreadlocks, la sua famiglia e uhm…
scrivere.

MEGHAN MASLOW – AMAZON

Meghan Maslow

Annunci