Contemporaneo

Recensione in Anteprima – “UNA BASE SOLIDA” On Solid Ground #1 di Melissa Collins – Quixote Edizioni

TITOLO: Una base solida
TITOLO ORIGINALE: On solid ground
AUTRICE: Melissa Collins
TRADUZIONE: Carlotta Marino
AMBIENTAZIONE: California
COVER ARTIST: PF Graphic Design
SERIE: On solid ground #1
GENERE: QLGBT Contemporaneo
FORMATO: E-book (Mobi, Epub, Pdf) e cartaceo
PAGINE: 348
PREZZO: €4,10 (e-book) su Amazon, Kobo, iTunes,
Google Play, Store QE
DATA DI USCITA: 7 ottobre 2019

ACQUISTA

QUIXOTE

SINOSSI

Quando Jacob “Dax” Daxton torna a casa dalla guerra, deve combattere una nuova battaglia, quella
per trovare il suo posto nel mondo. L’uomo che di solito aveva chiara davanti a sé la strada verso la
vittoria, circondato da fratelli in combattimento, è improvvisamente perso e solo. Dopo aver
incontrato Beckett Ridge, un tatuatore barbuto, il viaggio di Dax compie una svolta inaspettata.
Ancora tormentato da eventi che hanno scosso le sue fondamenta, Beck non ha mai fatto parte di
nulla di significativo. Ora, di fronte a responsabilità improvvise e scoraggianti, lo spirito spezzato di
Dax guarisce parti della sua anima che neanche sapeva essere state distrutte.
Entrambi stanno lottando per trovare un equilibrio e, inaspettatamente, il sollievo e la guarigione
arrivano dal conforto che trovano l’uno nell’altro.
Una volta superato il caos, sperano di ritrovarsi su una base solida.


RECENSIONE

Altri applausi di apprezzamento ci seguono fuori dall’aeroporto, ma la rabbia, la tristezza e la depressione mi ribollono nel petto e annegano il rumore.

Dax e Beck non potrebbero sembrare più diversi, due uomini e due esistenze così lontane da sembrare inconciliabili, eppure entrambi troveranno uno nell’altro quel pezzo di anima che gli mancava. Troveranno attraverso difficoltà e scontri l’unica persona che li completi, colui che gli dona una casa e una famiglia amorevole e un futuro sereno. Il loro cammino è disseminato di difficoltà, paure e sospetti, un cammino difficile e irto di incomprensioni e scontri. Sono due uomini orgogliosi, due uomini spezzati e feriti dalla vita. Vivono paure paralizzanti, si muovono nascondendo la vergogna che si portano incisa nel cuore. Molte saranno le ragioni per rinunciare a costruire un rapporto serio ma l’attrazione e il desiderio di poter essere finalmente felici le renderà caparbi e determinati a darsi una possibilità nonostante tutto e tutti.

La vita è così, a volte. Ti mette all’angolo, ti prende a calci mentre sei giù, ti fa dubitare di tutto quello che sai, di chi sei, e poi ti lascia così insanguinato e pesto che alzarsi sembra impossibile.

Dax è un ex soldato, tornato dalla guerra spezzato. Ha perso tutto in battaglia, i suoi amici e la sua anima. Lo stress post-traumatico di cui soffre non è il solo problema che lo attanaglia, non sa più chi sia, nascosto al mondo, ai suoi familiari. Il suo senso di inadeguatezza è esasperato dalla verità su se stesso, una verità che non ha mai rivelato, una natura che ha tentato di sopprimere con ogni forza, inutilmente. Ora deve capire e scoprire cosa voglia dalla sua vita, quale cammino intraprendere nel tentativo di ricostruirsi un futuro, un domani che non sente di meritare.

Beck ha un passato fatto di privazioni e dolore, un passato in cui ha lottato per proteggere la sorellina, per tenerla al sicuro e darle un futuro. Purtroppo la vita si è dimostrata difficile e dolorosa, ogni sforzo vanificato dalla droga e un’esistenza allo sbando che la sorella ha abbracciato nonostante tutto. Ora è giunto il momento per Beck di proteggere la nipotina, di assicurarle un futuro e una casa, una decisione che lo convince che non è il momento giusto per l’uomo giusto.

Entrambi sono uomini cocciuti, chiusi e troppo spesso scostanti nel tentativo di proteggersi, di proteggere tutto il dolore che non vogliono manifestare. Sono convinti di poter essere capaci di superare ogni ostacolo da soli, di proseguire la loro vita grazie alla determinazione e alla volontà. Presto capiranno che insieme, anche se spezzati, sono più forti, dovranno imparare ad aprirsi, a comunicare e a riporre fiducia in un rapporto a due.

La vita è così, a volte. Ti mette all’angolo, ti prende a calci mentre sei giù, ti fa dubitare di tutto quello che sai, di chi sei, e poi ti lascia così insanguinato e pesto che alzarsi è impossibile.

Lunga e difficile è la strada che devono percorrere, un cammino irto di ostacoli dolorosi e spaventevoli. Quando finalmente troveranno il coraggio di aprirsi e darsi una possibilità il destino si accanirà ancora una volta nelle loro esistenze. Un evento violento e imprevisto spezzerà la vita di una persona ferendone altre, ed è proprio in quel momento che capiranno che la vita è troppo breve per rinunciare a lottare, per rinunciare ad amare.

Melissa Collins ci regala una storia ricca di sofferenza, una vicenda che ci racconta con delicatezza e uno stile immediato e fluido. Non si accanisce emotivamente sui traumi dei suoi protagonisti, stempera la commozione con attimi di erotismo e semplicità che delineano, con rispetto e lievità, anche le ferite più profonde. Viviamo attimi di dolcezza e commozione, rabbia e frustrazione attraverso una narrativa pacata senza artifici futili permettendoci così di apprezzare ogni interazione e svolta narrativa. “Una base solida” è un libro che si legge con immediatezza grazie al giusto mix di emozioni racchiuse in esso e che ci porterà ad amare tutti, o quasi, i personaggi che ne movimentano lo svolgimento. Consigliato.

Il suo lato ammaccato e malconcio. Lo rende spezzato e intero allo stesso tempo. Lo rende reale e umano.

VOTO 4/5

Copia ARC fornita dalla CE

 


A proposito di Melissa

Melissa Collins è sempre stata una divoratrice di libri. Studiare Letteratura al College le ha garantito
di poter avere il naso sempre sepolto nei libri. Ha seguito la sua passione per la lettura con la
carriera più logica: l’insegnante di inglese. La sua speranza era di trasmettere quella passione anche
ai suoi studenti. Dopo aver passato più di una decade di fronte a una classe, ora può tranquillamente
dire che è stato un sogno. La sua passione per la scrittura, invece, è nata più recentemente. Durante
il congedo di maternità, nel 2012, ha divorato il suo primo romance e la sua testa si è riempita della
passione, della rabbia e delle risate dei personaggi dei libri. Non ci è voluto molto perché altri
personaggi prendessero forma nella sua stessa mente. Le loro vite hanno preso possesso del cervello
di Melissa e così è nata la serie “The Love”.

LINK RECENSIONE

MELISSA COLLINS – AMAZOM

Melissa Collins