Dark Romance

Recensione in Anteprima – “LETHAL TWINK” Anime perdute #2 di Emy Mars

Titolo: Lethal Twink
Serie: Anime perdute #2
Autore: Emy Mars
Genere: Dark Romance M/M
Casa Editrice: Self Publishing
Lunghezza: 310 pagine
Prezzo: Ebook €3,49
Data di pubblicazione: 4 Settembre 2019

ACQUISTA

Sinossi

Daniel Reed ha un unico scopo nella vita e non si fermerà finché non lo avrà raggiunto.
Sono trascorsi cinque anni da quando i suoi nipoti sono scomparsi, rapiti da delinquenti senza scrupoli e venduti come schiavi sessuali, ma lui non si è mai arreso all’evidenza che possano essere già morti.
Durante una delle sue tante missioni, alla ricerca del misterioso Caimano – l’uomo che sembra aver acquistato i suoi nipoti – la strada di Daniel incrocia quella di un bellissimo escort alle prese con un cliente violento e crudele.
Il delizioso ragazzo dai capelli biondi e dall’aria delicata è in grave pericolo e, nonostante rischi di far saltare la sua copertura, Daniel non può evitare di aiutarlo.

Quando lo sguardo di ghiaccio del piccolo twink si posa su di lui, però, Daniel capisce di aver fatto un errore di valutazione. Le apparenze spesso ingannano e di certo non è il ragazzo quello a essere in pericolo.

ATTENZIONE: Contenuti espliciti, sesso male to male, sex toys, schiavitù, dubbio consenso, linguaggio volgare, violenze di vario tipo.


RECENSIONE

Per la prima volta sento di poter affidare il mio corpo a un’altra persona.

Siamo giunti al secondo volume della serie Anime perdute con un capitolo in cui la storia si accentra sulla caccia a coloro che tanto impunemente, tra potere e soldi, fanno del corpo di giovani e bambini una mercificazione annichilente. In “Sweetie” abbiamo vissuto l’aspetto psicologico devastante della realtà di una giovane vittima. Abbiamo respirato i miasmi malati di una perversione inconcepibile. In “Lethal Twink”, invece, impattiamo duramente contro gli aguzzini, uomini deviati che si celano dietro false maschere di perbenismo e normalità.

Daniel sta disperatamente cercando di ritrovare i suoi nipoti rapiti da che erano poco più che bambini. Una ricerca disperata che lo cala in un mondo sotterraneo scioccante, una realtà difficile che lo soffoca tra angoscia e disperazione. Condurre un indagine sotto copertura e calarsi nei panni di un mostro è straziante per la sua anima. Deve resistere, deve lottare e fingere per riuscire a stanare i mostri che si nascondono tra le ombre e la normalità.

“È così difficile trovare qualcuno di cui potersi fidare, perché io mi fido di te, nonostante tutte le tue bugie so che non mi faresti mai del male.”

Conoscere Sasha, correre in suo aiuto rischiando di farsi scoprire e perdere la possibilità di ritrovare i nipoti, sono un impulso incontrollato che parla di giustizia e buon cuore. Fuggire nella notte e dal pericolo li porterà a una stretta convivenza, una convivenza pericolosa sotto molti punti di vista. Sasha è un giovane uomo molto pericoloso, un pericolo mortale ben nascosto sotto a una maschera di innocente purezza. Ha alle spalle un passato oscuro e doloroso che gli ha lasciato cicatrici profonde. Un passato che lo ha temprato rendendolo spietato e privo di qualsiasi sentimento di compassione o pietà. Interagire con Daniel sarà per lui l’inizio della fine, i suoi muri lentamente si sgretoleranno riportando in superficie dolori che non vuole ricordare ed emozioni che non si era mai dato la possibilità di provare. Il loro rapporto è teso, ricco di sentimenti a cui Sasha non vuole dare un nome. Decidere di aiutare Daniel lo porterà a rivivere gli orrori del passato, lo metterà in balìa di un mostro la cui depravazione non ha fine, lo porrà al centro di azioni che potrebbero costargli la vita.

“Non mi importa quello che pensi e quello che mi hai detto, per me esisti e sei importante.”

Vi consiglio di leggere attentamente le avvertenze dell’autrice perché “Lethal Twink” è una storia dura e difficile. Nessun sconto o ammorbidimento illusorio. Diverse sono le scene di forte impatto, ardue e destabilizzanti che colpiscono profondamente per la loro straziante depravazione. Amy Mars come sempre riesce a raccontarci una realtà dura e soffocante mantenendo il suo stile narrativo il più leggero possibile, nessuna morbosità atta ad accentuare un orrore inconcepibile e imperdonabile. Lungo tutta la narrazione viviamo anche attimi di dolcezza e tranquillità, stacchi che ci permettono di respirare dall’inquietudine che ci accompagna fino alla parola fine. Ho amato moltissimo la parte di azione e pericolo che occupa una parte consistente della storia. Uno sviluppo ben curato che cattura e appassiona nella sua corsa verso la salvezza. Bellissimo l’epilogo, una chicca che approvo e avvallo. Consigliato.

“Sotto le ceneri di un’anima sofferente ardevano le ceneri di un guerriero”

VOTO 4.5/5

Copia ARC fornita dall’autrice


ANIME PERDUTE

RECENSIONE

EMY MARS – AMAZON