BDSM

Recensione – “PAURA” The Copper House #1 di K.A. Merikan

TITOLO: Paura
TITOLO ORIGINALE: Fear – The Copper Horse
AMBIENTAZIONE: Londra
AUTRICI: K.A. Merikan
TRADUZIONE: Sara Linda Benatti
GENERE: QLGBT Dark Romance BDSM
SERIE: The Copper Horse #1
FORMATO: E-book
PREZZO: Disponibile su KU
DATA DI USCITA: 31 agosto 2019

ACQUISTA

SINOSSI

Londra
1907, vent’anni dopo l’inizio della Pestilenza zombie
Reuben vive negli slum di Londra, condividendo una stanza con suo padre e con una famiglia
allargata fatta di scarafaggi. Povero, senza istruzione, reprime tutti i suoi desideri sessuali; conduce
una vita fatta di infelicità, solo ogni tanto rischiarata dal gin e da un rozzo incontro in un vicolo
lurido.
Ma quando viene portato a Bylondon per essere schiavo di Erik Dal, membro di una ricca famiglia
criminale, i suoi valori vengono messi alla prova. Il suo nuovo padrone è ossessionato
dall’equitazione, e ben presto Reuben impara che se obbedisce e si comporta bene come pony di
Erik, potrebbe anche ottenere tutto quello che desidera: cure attente, cibo che non aveva mai
nemmeno sognato, e sesso senza vergogna con un giovane uomo diabolicamente bello in stivali da
equitazione.
Come Copper, animale da compagnia caro a Erik, Reuben deve sottomettersi ai capricci del suo
nuovo padrone. Perlomeno se desidera ricevere bocconcini e non i colpi di un frustino. Code
fasulle, finimenti, e un nuovo taglio di capelli per la sua zazzera rossa lo aiutano a trasformarsi in
Copper, ma la paura di perdere la sua dignità agli occhi della società potrebbe rivelarsi una
restrizione più pesante di qualsiasi morso, briglia o manetta.
Tutto questo, al piccolo prezzo della sua libertà. Anche se a volte Reuben ha la sensazione che Erik
sia a caccia della sua anima, invece.
Genere: m/m dark romance, bdsm
Temi: differenza di classe, schiavitù, steampunk, fetish, periodo vittoriano, rapporto
padrone/servitore, pony play, kink, crimine organizzato
Lunghezza: 100.000 parole


RECENSIONE

Lo voleva e non lo voleva allo stesso tempo. Paura e vergogna gli si insinuarono lungo la schiena, attutite soltanto dal gin.

 I libri  delle autrici K.A. Merikan non sono adatti a tutti i lettori per le loro tematiche ricche di violenza e soprusi, con un linguaggio scurrile e grezzo, un’avvertenza  sempre segnalata nelle sinossi delle loro storie. K.A. Merikan hanno fatto del mondo dark, della violenza e prevaricazione, uno stile unico e inconfondibile che ha saputo affascinare un largo consenso di pubblico. Ci immergono ogni volta in una realtà difficile e a noi molto lontana, ricca di pericolo e prevaricazione, un mondo dall’impatto emotivo sempre forte e spiazzante.

Dovevano essere passate ore da quando Erik lo aveva lasciato con quel buco aperto dove una volta c’erano state le sue emozioni.

In una Londra del passato devastata e quasi apocalittica, rinchiusa tra mure per tenere lontano un pericolo surreale, le autrici danno vita ad una nuova serie particolare e che si discosta dalle precedenti. Reuben conduce una vita di stenti, ai margini di un mondo pericoloso. Il pericolo non si annida solo all’esterno delle mura ma anche nella sua anima e nei suoi impulsi che non riesce a dominare e tanto meno ad accettare. Ingannato, tradito e venduto da un amico. Portato fuori le mura in un centro urbano cresciuto all’ombra di Londra, una realtà fatta di violenza e crimine organizzato. Destinato ad allietare la popolazione in un gioco crudele nell’arena di Bylondon, una battaglia contro i non morti, mangiatori di umani. Un uomo mascherato si fa avanti o lo acquista come schiavo, un uomo che cambierà la sua vita, il suo destino. Lui non esisterà più, al suo posto prenderà vita uno stallone destinato a soddisfare il padrone in ogni modo possibile, ad esaudire ogni perverso desiderio. La negazione e il rifiuto verso sé stesso e i propri impulsi ora ricadono sul padrone come una sorta di scusante, una giustificazione che racconta a sé stesso per il piacere “contro natura” che prova e brama. Vergogna, stordimento e umiliazione investono la coscienza di Reuben. È difficile per lui cedere, piegarsi alla volontà di Erik. La rabbia scoppia spesso imprevista, una collera e un odio che lo devastano di fronte al desiderio “abominevole” che non riesce a placare. Il bisogno e il conforto che prova in alcuni momenti si scontra con la sua caparbietà, e con le sensazioni che le emozioni provate siano sbagliate. Tra addestramento, ribellione e punizioni, Reuben conoscerà anche l’affetto e la dolcezza, la delicatezza di una carezza, il conforto di un abbraccio. Scoprirà di poter essere amato, sostenuto e accudito. Conoscerà un mondo nuovo, un mondo duro e difficile, una realtà in cui però potrà essere sé stesso, libero da preconcetti e ignoranza.

Non desiderava nemmeno parlare. Toccare e percepirsi a vicenda era già abbastanza.

“Paura” è la storia di un viaggio, un cammino volto a liberarsi dalla vergogna e dalla negazione per scoprire e accettare sé stessi.Le autrici attraverso la loro narrativa, caratterizzata da un linguaggio rude e scevro da abbellimenti, riescono sempre a suscitarci forti emozioni. Emozioni spinte al limite attraverso ogni parola e azione dei suoi protagonisti, e attraverso scene di erotismo esplosivo.

VOTO 4.5/5

Copia ARC 


Le autrici
K. A. Merikan è lo pseudonimo di Kat e Agnes Merikan, un team di scrittrici che vengono scambiate
per sorelle con sorprendente regolarità. Kat è la sergente carogna e l’esperta di sopravvivenza del duo,
e non esita mai a prendere Agnes a calci in culo quando si sta rammollendo. La sua memoria funziona
come un registro ad accesso facilitato, il che permette a entrambe di gestire sia i dettagli dei libri che
i social media. Serve anche come GPS d’emergenza. Agnes è la Merikan pignola e di solito la si trova
impegnata nella formattazione o nella ricerca. La sua attenzione tende a essere frammentaria, e
nonostante vada verso la trentina ha bisogno di truccarsi per poter comprare alcolici. Autoproclamata
regina delle strade.
Amano il bizzarro e il meraviglioso, uscire dagli schemi e distorcere gli stereotipi sia nella vita che
nei libri. Quando prendete un libro delle Merikan c’è una cosa di cui potete essere certi: sarà pieno di
sorprese.

K.A. MERIKAN – AMAZON

K.A. Merikan