Dreamspinner Press Italia

Recensione in Anteprima – “DIM SUM ASYLUM” di Rhys Ford – Dreamspinner Press in Italiano

Titolo: Dim Sum Asylum  
Titolo Originale: Dim Sum Asylum
Autore: Rhys Ford
Traduttrice: Sara Linda Benatti
Cover Artist: Anne Cain
Genere: Suspense, Urban fantasy
Casa Editrice: Dreamspinner Press in Italiano
Prezzo: $ 6.99 su Dreamspinner
Data di pubblicazione: 27 Agosto 2019

ACQUISTA

DREAMSPINNER

SINOSSI

Benvenuti al Dim Sum Asylum, il Manicomio dei Dim Sum, in una San Francisco dove un caso è noioso e banale quando la polizia deve inseguire una statuetta alta mezzo metro con degli impressionanti baffi alla Fu Manchu, che è scomparsa da un santuario e se ne corre in giro per Chinatown lasciandosi dietro una scia di magia sessuale e caos.

Roku MacCormick, ispettore della divisione Crimini Arcani di Chinatown, deve affrontare una quantità di sfide che vanno ben al di là del suo retaggio umano-faerie, dei draghi ringhianti che stanno a guardia dei portali di C-Town e dell’esplosione di una fabbrica di noodle. Infatti, oltre alle interferenze di una famiglia mafiosa che vuole tenere a distanza e a un serial killer esperto di incantesimi che deve assolutamente trovare, dopo un caso andato a rotoli, a Roku tocca accollarsi Trent Leonard, un nuovo partner di cui non si può ancora fidare.

Anche se preferirebbe restarsene a casa con Bob the Cat a riempirsi di whiskey fino ad addormentarsi, ogni giorno Roku indossa distintivo e pistola, deciso a servire e proteggere la città che ama. Quando l’oscuro e sotterraneo mondo magico di Chinatown rende la sua vita un inferno e il caso su cui lavora si rivela letale, è Trent che bada a coprirgli le spalle e, a detta del suo nuovo partner, anche a guarire il suo cuore. Per Roku, però, Trent è pericoloso quanto i mostri e i criminali che hanno giurato di abbattere.


RECENSIONE

Chinatown sotto la pioggia viene spesso dipinta come un romantico mosaico di ruote mormoranti su strade bagnate e strisce nebbiose di draghi al neon arrotolate attorno ai lampioni vecchio stile sagomati come antiche pagode.

“Dim Sum Asylum” è caratterizzato da una narrativa ricca di colori e odori, una cacofonia descrittiva che rende magnificamente sfarzosa l’ambientazione, donandogli così un aspetto vivido, pittoresco e surreale. L’intrigo celato tra le sue pagine ha radici profonde in una cultura legata strettamente da convenzioni sociali, onore e famiglia, una cultura orientale a noi molto spesso lontana e difficile da comprendere. Rhys Ford ancora una volta ci cattura tra le sue pagine attraverso uno stile unico e particolare e grazie all’amore per l’oriente che dona un’atmosfera ammaliante ricca di tradizioni e usanze. In “Dim Sum Asylum” da sfogo ad un’esplosione di fantasia fortemente satura di nozioni e caratteristiche, riesce a dare corpo a un mondo fantastico a tratti soverchiante.

Volevo lui, punto e basta, e non m’importava neanche se fosse perché alla fine non ne potevo più di essere solo.

Tra le spire di questa realtà surreale si muove Roku, ispettore della Crimini Arcani di Chinatown a Los Angeles, un quartiere che oramai ha assunto le sembianza di una città vera e propria, crocevia di razze che si fondono in un tripudio di magia e mito. Roku è un uomo/fairy che vive un’esistenza spinta al limite dal dolore della perdita, un atteggiamento spesso incosciente nello sprezzo della sua mortalità. Non ha più nulla a cui tornare, troppi i fantasmi che invadono la sua mente. Troppe le ferite della famiglia che ha perduto. Torna a vivere a Chinatown, culla della sua infanzia, unico luogo che lo ancora alla realtà come un abbraccio, dopo il dolore di tutto ciò che ha perso e al quale vorrebbe poter ricongiungersi.

Ma una parte di me stava male a rimanere da sola. Non era nella mia natura, e mi ero tenuto a distanza da chiunque… da qualunque cosa… perché non potevo confidare nel fatto che la mia stessa famiglia non uccidesse le persone che amavo.

Un nuovo un caso all’apparenza semplice ma che nasconde una vendetta macerata in anni di rancore e odio lo toccherà troppo da vicino. Un nuovo partner lo affiancherà in una corsa alla ricerca della verità in un’indagine che metterà a rischio la vita di molti. Una investigazione che lo porterà al centro di una faida tra clan Yakuza, da cui discende, rischierà di distruggerlo definitivamente. Sarà il suo partner Trent a sostenerlo e proteggerlo, un uomo che nasconde un segreto e che lentamente riuscirà a farsi spazio nel cuore di Roku. Distruggerà ogni barriera, saprà donargli il desiderio e la voglia di continuare a vivere, e amare ancora.

Volevo riavere la mia vita, avevo bisogno di riavere la mia vita. Avevo bisogno di vivere al di là del distintivo.

Rhys Ford ancora una volta riesce a raccontarci una storia ricca di suspense e sentimenti attraverso l’armonizzazione di attimi di dolcezza, ed erotismo, che si intrecciano con fluidità a suspense e inseguimenti, scontri e lotte per la vita. “Dim Sum Asylum” è una vicenda ricca di azione, impregnata da odio contro il diverso, violenza e potere, ma ancor più è una storia di rinascita, speranza e amore.

VOTO 4.5/5

Copia ARC fornita dalla CE


RHYS FORD – AMAZON

o-rhys-ford-22Rhys Ford è nata e cresciuta alle Hawaii, poi se n’è andata a vedere il mondo. Dopo essersi masticata una pila di libri, un sacco di cibi strani, e un paio di fidanzati di passaggio, alla fine Rhys è approdata a San Diego, che è un gran bel posto ma ha davvero bisogno di più pioggia.

Al momento Rhys lavora ammassando pixel grafici per una compagnia di gestione patrimoniale, a un piano molto in alto e con una fantastica vista sul mare, e ammette di condividere la casa con tre gatti, un batuffolo nero di Pomerania, un cane lupo in miniatura e un indomabile Cairn terrier rossiccio. Inoltre lavora come una schiava per mantenere in buono stato una Pontiac Firebird del 1979, un portatile Qosmio, e una macchinetta per il caffè rossa Hamilton Beach.

Visitate il blog di Rhys all’indirizzo http://rhysford.wordpress.com/ o mandatele un’e-mail a rhys_ford@vitaenoir.com

Annunci