Recensioni

Recensione – “LA BAIA” di Kate Rhodes

Titolo: La baia
Autore: Kate Rhodes
Genere: Thriller
Casa Editrice: La Corte Editore
Prezzo: Ebook €9,99 – Cartaceo €18,90
Data di pubblicazione: 25 Luglio 2019

ACQUISTA

Sinossi

Dopo dieci anni trascorsi a Londra nella squadra omicidi, il detective Ben Kitto decide di dare le proprie dimissioni: la sua partner, Clare, è morta e lui non riesce a darsi pace per non essere riuscito a salvarla.Decide così di rifugiarsi sull’isola di Bryher, dove è nato e cresciuto. Si tratta della più piccola isola abitata dell’arcipelago delle Scilly, a largo della Cornovaglia. Ha appena novantotto abitanti, che per la maggior parte si mantengono con la pesca, la costruzione di barche o il turismo estivo lavorando al pub o nell’unico hotel.Anche Ben vorrebbe dedicarsi insieme allo zio Ray al lavoro nel suo cantiere navale, per dimenticarsi in fretta del suo passato.Quello che non sa è che i suoi piani verranno totalmente stravolti quando il corpo della sedicenne Laura Trescothick viene trovato sulla spiaggia di Hell Bay. Il suo aggressore si trova sicuramente ancora sull’isola dato che nessun traghetto ha potuto navigare a causa di una tempesta che dura da giorni.Tutti sull’isola sono sospettati. Segreti oscuri stanno per affiorare. E l’assassino potrebbe colpire di nuovo, in qualsiasi momento.


RECENSIONE

Descrivere un buco nella tua vita non lo fa svanire, lo rende soltanto più profondo di prima.

Un isola selvaggia e aspra sferzata da vento e tempeste. Una comunità di pochi abitanti, unita ma che dietro le porte chiuse delle case nasconde molti segreti. È in questa ricostruzione scenica che Kate Rhodes ambienta la sua storia, un giallo ricco di suspense e indagine psicologica dei suoi personaggi. Bryher, la più piccola isola abitata dell’Arcipelago Scilly in Cornovaglia, novantotto abitanti, una collettività che ci appare inizialmente scevra da ombre o violenza ma che, man mano che gli eventi si dipanano, mostra un’oscurità ricca di gelosie e rancori, segreti e tradimenti.

Ben Kitto, detective della polizia di Londra, è tornato sulla sua isola natale per riprendersi da un lutto e per decidere del suo futuro. Il suo arrivo coincide con la morte di un’adolescente, una ragazza solare e decisa, una giovane con un solo obiettivo, andarsene il prima possibile e vivere libera seguendo il suo sogno. Per Ben decidere di assumersi la responsabilità dell’indagine è un impulso a cui non riesce sottrarsi, conosce ogni singolo abitante dell’isola e fatica a comprendere come possa nascondersi un assassino tra di loro. Purtroppo nessun altro può essere stato, nessun straniero giunto sull’isola in quanto isolata dal mal tempo durante l’omicidio. Chi tra tutti coloro che conosce e rispetta può essersi macchiato di un gesto tanto orribile? Quali sono i segreti che nascondono dietro a cordialità e normalità? Ben non è disposto ad arrendersi, neanche quando viene aggredito e le persone più vicino a lui sono in pericolo. È un uomo chiuso in sé stesso, una personalità meditabonda ma tenace, un anima sofferente che crede ancora nella giustizia. Al suo fianco Shadow, un cane che ha ereditato, una responsabilità che non voleva ma che lo tiene ancorato al presente nonostante il dolore che lo dilania. Shadow è sicuramente un elemento che dona alla vicenda una sorta di leggerezza, un elemento che parrebbe ininfluente ma che invece riesce ad arricchire lo spessore caratteriale e psicologico di Ben.

Kate Rhodes ci racconta una storia complessa e avvincente grazie alla sua narrativa elegante. L’ambientazione e i personaggi che ruotano intorno alla vicenda sono perfettamente descritti e a tutto tondo. Attraverso uno stile curato assaporiamo lo scenario di un isola che trasmette inquietudine e un senso di oppressione claustrofobica, un turbamento che diviene sempre più intenso e strisciante mano a mano che Ben scopre cosa si nasconde dietro a facciate di perbenismo e normalità. Tra oscurità e pericoli, dubbi e sospetti, assistiamo al lento sgretolarsi di apparenze, volti che indossano maschere atte a nascondere ipocrisie e violenza. Chi è il colpevole? 

voto 5/5


KATE RHODES – AMAZON

Kate Rhodes

Annunci