BDSM

Review Party – “SULLE ORME DEI POETI” Shadows #3 di Mary Durante

TITOLO: Sulle orme dei poeti
AUTRICE: Mary Durante
AMBIENTAZIONE: New York
COVER ARTIST: Black Jazz Design by Garrett
Leigh
SERIE: Shadows #3
GENERE: QLGBT BDSM Distopico
FORMATO: E-book (Mobi, Epub, Pdf) e cartaceo
PAGINE: 326
PREZZO: €4,10 (e-book) su Amazon, Kobo,
iTunes, Google Play, Store QE
DATA DI USCITA: 8 luglio 2019

ACQUISTA

QUIXOTE

SINOSSI

Aiden Cavendish odia essere un sub. Odia essere considerato fragile o inferiore, odia il modo in cui la società
tratta quelli come lui, odia gli stereotipi in cui vorrebbero farlo ricadere.
Per dimostrare quanto tutti si sbagliassero, ha maturato un carattere freddo e scostante, rifiutando la debolezza
delle emozioni e lasciando che fossero solo i suoi poeti preferiti a fargli sperimentare su carta ciò che non si
concedeva di provare sulla sua stessa pelle; ma una simile vita all’insegna della razionalità è destinata a
stravolgersi, quando suo padre assolda una guardia del corpo che lo accompagni durante un viaggio di lavoro.
Morgan Ward è un uomo senza legami, un ex cecchino con problemi di alcolismo, una visione cinica del
mondo e ben pochi scrupoli. È anche tutto ciò che Aiden ha sempre detestato in un Dom: un arrogante bastardo
convinto di poter avere una qualche autorità su di lui solo in virtù delle reciproche inclinazioni.
Quando quell’uomo con il doppio dei suoi anni decide di accettare l’incarico di bodyguard, con l’unico scopo
di sottometterlo, è come una dichiarazione di guerra.
E Aiden è pronto a usare ogni mezzo lecito e illecito per combatterlo.


RECENSIONE

Aiden Cavendish era uno stronzetto frigido.

Terzo volume della serie Shadows per due nuovi protagonisti che sanno ammaliare tra le oscurità che contraddistinguono le loro personalità, tra violenza e soprusi, pericoli e complotti. Aiden è sicuramente il personaggio a cui mi sono affezionata di più, la sua freddezza, la sua incapacità di lasciarsi andare, di provare emozioni, sono frutto di una disciplina autoimposta fin dalla più tenera età. La sua intelligenza superiore alla media, il suo retaggio familiare e la sua voglia di dimostrare di non essere inferiore a nessuno, anche se sub, lo hanno portato a vivere una vita ben organizzata e scevra da qualsiasi istinto o passione. Niente e nessuno riesce a scalfire la sua freddezza, la maschera di superba superiorità che indossa oramai da tanti anni ha soffocato ogni emozione, rendendolo incapace di relazionarsi sentimentalmente. Conoscere Morgan Ward e veder scardinare ogni certezza e barriera, lentamente ma inesorabilmente, lo porterà a lottare con tutto sé stesso per non frantumarsi in mille pezzi, per non divenire succube di emozioni e sentimenti.

I poeti avevano mentito, perché non era l’ondata di un mare in piena; era un incendio che lo consumava senza requie e lo inghiottiva, che si nutriva dei suoi pensieri fino a ridurli in cenere, fino a non lasciare dietro di sé null’altro che un vuoto puro e perfetto, la mente sgombra, tabula rasa.

Morgan Ward è oscurità, violenza e decadimento. È un uomo distrutto da un passato che lo tormenta, vive la sua vita annegando ogni dolore e ricordo nell’alcol, in una corsa verso un’autodistruzione che crede di meritare. Impattare con Aiden metterà a dura prova ogni sua resistenza, l’arroganza e la freddezza, la bellezza androgina e l’atteggiamento indisponente, fanno risalire in superficie un desiderio, una brama di dominio e possesso. L’impulso di sottometterlo viene esacerbato dalla ribellione e dall’astuzia del giovane nel metterlo in difficoltà e sfuggire al suo controllo. 

Quando il pericolo si avvicina, quando Aiden crollerà drogato, sarà Morgan a salvarlo, una salvezza al sapore di vendetta, una notte in cui tutto il suo mondo andrà in pezzi e scoprirà ciò che i poeti decantavano nelle loro poesie. Conoscerà la passione, l’arrendevolezza e il bisogno di cedere ogni controllo per librarsi e sentire. Sarà da questo punto che le cose si complicheranno, in un vortice di bisogni e ribellione, soprusi e cattiveria. I loro pensieri sono invasi dal bisogno di stare ancora insieme, un bisogno che è veleno, dolore ed estasi. Una droga che bramano ancora e ancora, ma a cui tentano di sottrarsi e di resistere con ogni loro forza, portandoli a mentirsi, ferirsi e nascondere anche a loro stessi ciò che ha germogliato nei loro cuori. In una battaglia senza esclusione di colpi finiranno con il lacerarsi irreparabilmente fisicamente e psicologicamente. Chi sarà capace di compiere il primo passo e tendere una mano in aiuto e pentimento?

Che fosse un’attrazione, un bisogno istintivo o un sentimento a cui non voleva trovare un nome, in qualche modo per loro funzionava, e andava bene così.

Mary Durante ci regala un volume dalle tinte più forti e oscure dei precedenti. Attraverso due protagonisti dalla forte caratterizzazione psicologica e dal forte impatto emotivo, che viene acutizzata dalla dicotomia che li contraddistingue, impariamo ad amarli e poi odiarli, li accompagniamo lungo un percorso difficile e tortuoso, li assistiamo nei loro dolori e pentimenti. Grazie ad una narrativa corposa scorrevole e mai ripetitiva, viviamo un rapporto difficile e doloroso, un gioco di forza tra due volontà ostinate e caparbie. Le scene di dominazione e sesso, che sono sempre perfettamente inserite e fluide all’interno della trama, sono gestite con equilibrio e senza mai esulare dal contesto. 

Pensate che finisca qui? Vi sbagliate, perché all’orizzonte si profila una minaccia agghiacciante, un pericolo che potrebbe distruggerli per sempre. Buona lettura.

VOTO 4.5/5

Copia ARC fornita dalla CE


MARY DURANTE
Ingegnera a tempo perso e amante della lettura e in particolare delle storie M/M, Mary Durante è
ormai da tempo un’assidua frequentatrice dei siti di scrittura amatoriale. Dopo svariati anni in cui si
è dedicata alla stesura di storie e fanfiction con il nick di Bluemary, e dopo qualche mese di esperienza
come traduttrice, si è decisa a scrivere lei stessa un romanzo, divenuto poi il punto di partenza per le
idee poco caste e gli aitanti protagonisti diversamente etero che ormai le affollano la testa.
Attualmente vive con sua madre, un canetopo, un gatto-quaglia e una gattina tutta orecchie e fusa che
risponde al nome di Bubastis ed è assieme supporto scrittorio ed elemento di disturbo.

SHADOWS SERIES

MARY DURANTE – AMAZON

Mary Durante