BDSM

Recensione in anteprima – “IO, TU E IL DOLORE” The Underdogs #2 di K.A. Merikan

TITOLO: Io, tu e il dolore
TITOLO ORIGINALE: Just here for the pain
AMBIENTAZIONE: Los Angeles
AUTRICI: K.A. Merikan
TRADUZIONE: Alice Arcoleo
GENERE: QLGBT BDSM
SERIE: The Underdogs #2
FORMATO: E-book
PREZZO: Disponibile su Kindle Unlimited
PAGINE: 240
DATA DI USCITA: 19 giugno 2019

ACQUISTA

SINOSSI

— Frustini e catene – non sono facoltativi —
Sid. Batterista degli Underdogs. Il suo sogno proibito ha a che fare con la sottomissione e il dolore.
Asher. Noto anche come Stan. Stalker. Le apparenze possono ingannare.
È difficile trovare qualcuno di interessante con cui avere una sveltina durante una tournée. Sid desidera il
dolore, essere umiliato, quel genere di rapporto che non è facile ottenere in una notte di sesso occasionale.
Perciò per il momento si è arreso, accontentandosi di un Dom online per divertirsi un po’, e ha deciso di
concentrarsi sul suo gruppo. La fama degli Underdogs sta crescendo, ma c’è un fan che segue Sid da quando
si è unito al gruppo, e lo sta facendo impazzire. È solo un ragazzino hipster ricco e viziato, alla ricerca di un
bad boy con cui svagarsi. Se conoscesse davvero i gusti di Sid, scapperebbe a gambe levate.
Asher è convinto che Sid sia quello giusto, il suo Unico Grande Amore, il suo traguardo. Anni prima,
Asher ha perso la sua verginità con Sid e, da quel momento, ha capito che erano destinati a stare insieme. Tra
di loro esisteva una scintilla, un legame troppo sincero perché fosse tutta una menzogna. I membri del gruppo
di Sid lo definiscono uno stalker, ma lui desidera solamente offrire a Sid il suo amore. Quando alla fine Sid
confessa ciò che vuole, Asher è più che pronto ad accontentarlo.
Tuttavia, l’ultima volta che Sid ha avuto una relazione con un altro uomo, e ha liberato la sua natura di
sottomesso, ne è rimasto scottato, finendo per essere cacciato dal suo gruppo precedente, trovandosi sbattute
in faccia le porte per diverse opportunità.
Asher vuole che il mondo sappia della sua storia con Sid, ma il problema è che Sid preferirebbe
mantenere una relazione basata sul piacere che solo il dolore può regalargli.
POSSIBILI SPOILER:
Temi: Rock band, stili di vita alternativi, tatuaggi, BDSM, relazione, instalove, trauma da abbandono, fama,
outing, coming out, vita in tournée, amici di letto che diventano qualcosa di più, primo amore, stalking, fanboy
Genere: Contemporary M/M Rocker Romance
Livello di focosità: Rovente, contiene scene esplicite di BDSM
Lunghezza: ~87000 parole (Può essere letto come uno stand-alone con un lieto fine)


RECENSIONE

Tutto quel sangue, il sudore, le lacrime che aveva versato nel corso degli anni, non erano stati inutili.

K.A. Merikan hanno fatto del mondo dark, della violenza e prevaricazione, uno stile unico e inconfondibile che ha saputo affascinare un largo consenso di pubblico. Anche in questo volume le autrici non utilizzano filtri, o ammorbidimenti stilistici, per descrivere un mondo così particolare come il BDSM. Pertanto se non vi sentite pronti per essere catapultati in una realtà così particolare, e dall’impatto emotivo intenso, vi consiglio di passare oltre. È altresì vero che, però, vi perdereste la possibilità di scoprire un intreccio e un’evoluzione psicologica che donano una profondità non indifferente al dispiegarsi degli eventi.

A volte non capiva se fosse la sua vita così complicata, o fosse lui a renderla tale.

Sid, batterista, dopo tutta la fatica, gli anni ai margini della vita, solo e insoddisfatto, spaventato e allo sbando, giunge al successo insieme agli Underdogs. Un gruppo di amici unito, una famiglia assieme a cui riesce finalmente a raggiungere la rivalsa su chi affermava che non ce l’avrebbero fatta. Sid nasconde un segreto che lo dilania e lo imbarazza, ha dei bisogni particolari, anela la dominazione, la violenza e il dolore. Questo bisogno è una brama che lo scuote e destabilizza, una frenesia incontrollabile che necessita per ritrovare il suo centro, il punto di equilibrio tra la sua anima e il suo corpo. Nasconde un passato devastante, un incubo a cui è riuscito a sfuggire ma che gli ha lasciato ferite dilanianti in fondo all’anima. Troppo tempo è teso e fremente, un riccio con aculei pungenti, una fiera  selvaggia pronta a scattare, a liberarsi di quelle sbarre opprimenti che lo imprigionano soffocandolo, rendendolo insicuro e spaventato.

Aveva tra le mani la sua vulnerabilità, le lacrime, le ferite e i suoi desideri più scandalosi.

Asher non si da pace, anni spesi a rincorrere Sid, a corteggiarlo con dolcezza e romanticismo, senza mai riuscire a risolverne il mistero. Un puzzle oscuro e inavvicinabile fino a quella sere in cui… tra esasperazione e fuga, Sid esplode regalando ad Asher la chiave per codificarne ogni bisogno. Scoprire il desiderio e le necessità del batterista, metterà Asher nella posizione di ottenere tutto quello che ha sempre voluto e desiderato… o forse no?!

“Io, tu e il dolore” è una storia forte, intensa nelle scene di dominazione che spesso sfiorano la crudeltà e l’umiliazione più estreme anche se sempre consensuale. È, però, anche una vicenda che ci parla di un percorso di accettazione e maturazione psicologica importante e notevole. Sid e Asher sono due giovani feriti, entrambi bisognosi di capire e sbocciare alla vita, di trovare l’amore e la propria stabilità emotiva. Il bisogno e le paure che mascherano in un gioco di ruoli, dietro il quale si trincerano, li porterà molto presto a dover render conto, a loro stessi, la verità che tentano di nascondere. Il bisogno di sentirsi amati e accuditi, la necessità di essere visti nella loro interezza, di essere accettati veramente, li condurrà su una strada difficile e sofferta, un percorso spinoso destinato a distruggerli se non impareranno ad aprirsi completamente.

“Io, tu e il dolore” è una storia di sofferenza e timori, di paure inspiegabili, di parole imprigionate da reticenza e sofferenza, ma è anche la storia di un amore che saprà sbocciare tra le spine, un sentimento pericoloso e sofferto. È una vicenda di speranza e bisogno, di compromessi e fiducia, che impareranno a donarsi senza riserve perché sapranno sostenersi ad ogni difficoltà, inciampo e timore.

Un brutto presentimento gli attanagliò il petto, diventando sempre più intenso. Aveva allontanato l’unica persona di cui si era innamorato.

VOTO 4.5/5

Copia Arc


Le autrici
K. A. Merikan è lo pseudonimo di Kat e Agnes Merikan, un team di scrittrici che vengono scambiate per
sorelle con sorprendente regolarità. Kat è la sergente carogna e l’esperta di sopravvivenza del duo, e non esita
mai a prendere Agnes a calci in culo quando si sta rammollendo. La sua memoria funziona come un registro
ad accesso facilitato, il che permette a entrambe di gestire sia i dettagli dei libri che i social media. Serve anche
come GPS d’emergenza. Agnes è la Merikan pignola e di solito la si trova impegnata nella formattazione o
nella ricerca. La sua attenzione tende a essere frammentaria, e nonostante vada verso la trentina ha bisogno di
truccarsi per poter comprare alcolici. Autoproclamata regina delle strade.
Amano il bizzarro e il meraviglioso, uscire dagli schemi e distorcere gli stereotipi sia nella vita che nei libri.
Quando prendete un libro delle Merikan c’è una cosa di cui potete essere certi: sarà pieno di sorprese.

THE UNDERDOGS SERIES

K.A. MERIKAN – AMAZON

K.A. Merikan

Annunci