Dreamspinner Press Italia

Recensione in anteprima – “UNA CASA A CUI TORNARE” di BA Tortuga

Titolo: Una casa a cui tornare
Titolo Originale: Soft Place to Fall
Autore: BA Tortuga
Traduzione: Valentina Andreose
Cover Artist: Tiferet Design
Genere: Western M/M
Casa Editrice: Dreamspinner Press in Italiano
Lunghezza: 190 pagine
Prezzo: $ 6.99 su Dreamspinner
Data di pubblicazione: 18 Giugno 2019

ACQUISTA
DREAMSPINNER

SINOSSI

Stetson Major e Curtis Traynor non potrebbero essere più diversi: Stetson è un ranchero legato alla terra e vive a Taos, nel New Mexico; Curtis è un cowboy da rodeo con il bisogno di viaggiare e il terrore di rimanere legato a un unico posto.

Stetson accudisce la madre Betty, che sta morendo di Alzheimer e non ricorda più che i due si sono lasciati da anni. La mancanza di Curtis la fa soffrire, così lui sotterra l’orgoglio e chiama il suo ex.

Curtis non ha mai dimenticato Stetson: è l’amore della sua vita, l’uomo che si è lasciato scappare. Quando riceve la sua telefonata, è felice di poter aiutare Miz Betty, che gli ha sempre mostrato affetto. Il ritorno al ranch risveglia in lui emozioni sepolte ma mai dimenticate, se non fosse che le finali del rodeo sono dietro l’angolo e Curtis deve andarsene di nuovo, anche se vorrebbe tanto restare, soprattutto per sostenere Stetson in quel momento difficile.

I due cowboy sono alla ricerca di un posto in cui essere se stessi e non desiderano altro che essere presenti l’uno per l’altro. Ma la famiglia, il denaro e il richiamo del rodeo potrebbero porre fine alla loro seconda occasione.


RECENSIONE

Non era giusto. Lei era la donna più forte che avesse mai conosciuto. E l’unica cosa che gli chiedeva era di rivedere il figlio di puttana che gli aveva spezzato il cuore e lo aveva lasciato solo a gestire un ranch di trecento acri.

Otto anni sono passati da quando Stetson e Curtis si sono lasciati tra urla, pugni e una pallottola. Anni di dolore, anni in cui il loro amore non è mai scemato, mai dimenticato. Ora un triste evento li riporterà vicini, li metterà nelle condizioni di chiarirsi e tentare di ricostruirsi un futuro insieme.

È subito struggente il dolore e l’amarezza che percepiamo in Stetson, la malattia di sua madre, il rapido declino e l’averla dovuta ricoverare in una struttura che l’assista, hanno piegato il suo animo e la sua resistenza. Ha sacrificato tutto per curarla e per offrirle tutto il conforto che merita. Non è ancora pronto a lasciarla andare ma, allo stesso tempo, non ha più la forza di continuare. Oramai ha perso tutto e si avvia al fallimento totale, un fallimento che vive come una colpa. Ci spezza il cuore vederlo dibattersi, vedere come la vita continui ad accanirsi su di lui, sulla sua dolcezza e bontà d’animo. Esaudire il desiderio di sua madre di rivedere Curtis lo porrà al centro di sentimenti contrastanti, lo obbligherà ad accantonare l’orgoglio e accettare l’aiuto dall’unico uomo che abbia mai amato e amerà.

Per Curtis rientrare nella vita di Stetson è come tornare a casa, quella casa che solo con lui, e la madre, aveva trovato anni prima. Una casa piena d’affetto, accettazione e amore, una casa che aveva abbandonato per orgoglio, successo e irrequietezza. Ha passato lunghi anni a sentirne la mancanza, a sognare il suo uomo, ad amarlo da lontano, troppo orgoglioso per tentare di riallacciare i rapporti. Ora la vita gli offre una seconda occasione, una possibilità che non intende lasciarsi scivolare tra le dita, mai più abbandonerà il suo amore così testardo e cocciuto, orgoglioso e Cowboy fino al midollo. Farà qualsiasi cosa per sostenerlo e aiutarlo a tornare a vivere, per rivedere quel dolce sorriso che mai aveva smesso di sognare.

La vita era bella, se avevi una casa a cui tornare.

BA Tortuga ci regala una storia di struggente dolcezza, di commozione e dolore che percepiamo scorrere con delicatezza lungo tutto lo svolgimento degli eventi. L’autrice ci parla, in maniera delicata, di emozioni forti, spesso devastanti. Attraverso uno stile sobrio, ma curato e scorrevole, riesce a trasmetterci la forza di questo amore vissuto con riserbo, custodito come un dono prezioso. Ancora una volta ci trasporta in un mondo di uomini duri, orgogliosi e testardi, cocciuti ma generosi e dal cuore immenso. Stupendo.

VOTO 5/5

Copia ARC fornita dalla CE


BA TORTUGA, texana fino al midollo e irriducibile cocca di papà, passa le sue giornate con i suoi bassotti, a farsi tatuaggi, a mandare messaggi alle sorelle e a mangiare cibo messicano. Quando non fa nessuna di queste cose, scrive. Trascorre i giorni liberi a guardare il rodeo, a lavorare a maglia e a navigare su Pinterest in nome della ricerca. Tra i suoi salvatori ci sono sua moglie Julia Talbot, il suo migliore amico Sean Michael, e il caffè. Tanto caffè. Del caffè delizioso.

Visto che ha scritto di tutto, da zoticoni che si picchiano, a cowboy irriducibili fino a lupi mannari, BA fa del suo meglio per raccontare le storie del suo cuore, che è cresciuto nel Texas nord-orientale ma che è innamorato alla follia delle storie che le narrano le alte montagne del deserto. Poiché scrive libri che variano da vigorose storie d’amore LGBT a focosi ménage e storie più tradizionali, BA rifiuta di essere etichettata da chiunque, a parte dalle voci nella sua testa.

Sito: http://www.batortuga.com

Blog: batortuga.blogspot.com

Facebook: http://www.facebook.com/batortuga

Twitter: @batortuga

Annunci