Contemporaneo

Recensione – “NON TREMA LA LUCE” di S.L. Arche

Titolo: Non trema la luce
Autore: S.L. Arche
Genere: Contemporaneo
Casa Editrice: Self Publishing
Prezzo: Ebook €2,99
Data di pubblicazione: 21 Maggio 2019

ACQUISTA

Sinossi

Uno sparo e la vita cambia.
Quella di Mattia si è come fermata, immobile mentre i ricordi di ciò che era gli passano davanti ferendolo più di quella pallottola.
In trappola nel suo dolore, una natura morta in una fotografia in bianco e nero mentre fuori la vita riempie il mondo di colori.
Finché nella sua vita irrompe Ruben.

La decisione più saggia sarebbe quella di stargli lontano, di lasciarlo ai suoi problemi, perchè Mattia ha già la sua vita da ricostruire. Ma Ruben lo fa sentire di nuovo vivo, di nuovo pronto ad amare.
Per averlo però, dovrà infrangere le sue stesse promesse.


RECENSIONE

Non sono più l’uomo di prima, ho un cuore rappezzato, come il mio corpo.

S.L. Arche è uno pseudonimo per due autori che hanno all’attivo precedenti pubblicazioni da me lette e amate. In “Non trema la luce” ritroviamo Mattia, personaggio presente nel volume “In segreto”. Lo ritroviamo in ospedale, ferito da un colpo di pistola, sconfitto da un amore finito, solo e pieno di rimorso e dolore. La sua vita è giunta a un punto di svolta, ad un momento in cui deve raccogliere i cocci dei sogni infranti, delle speranze perdute per la definitiva perdita di Lorenzo. Viviamo con lui i giorni bui e solitari, spenti e apatici in una stanza d’ospedale. L’unica nota di colore che spezza le sue giornate è Beth, la loro segretaria dal cuore immenso, svagata e variopinta, eccentrica ed esasperante. Tra il dolore e la solitudine, gli incubi e la tristezza, resta aggrappato alle ultime vestigia di un amore che non c’è più fino a quando il destino pone sulla sua strada un giovane perso. Ruben è pericoloso, ma Mattia non vuole ascoltare gli avvertimenti e lentamente, tra dubbi e tentennamenti, tenta di capire e aiutare il giovane. Tra piccole confidenze e gentilezze riusciamo a percepire la sofferenza che attanaglia Ruben, la sua ribellione e le sue fughe da una famiglia che non lo accetta, una famiglia che lo vorrebbe diverso, che lo obbliga ad essere ciò che non è con soprusi e violenza.

“Non voglio barattare la mia libertà con il loro affetto, non posso più permettergli di costringermi a essere quello che non voglio.”

Mentre l’attrazione diviene sempre più intensa, Mattia si impegna ad aiutare con ogni mezzo il giovane, anche promettere qualcosa che potrebbe costargli ogni speranza di felicità. Quando l’erotismo esplode, quando i segreti saranno rivelati con cattiveria, ogni sogno e illusione si infrangerà nel dolore e nella fuga di Ruben. Una fuga nella disperazione, una fuga che potrebbe costargli tutto, persino la vita. Troverà Mattia la forza e la determinazione per riconquistare il suo amore?

S.L. Arche ci regalano una storia fatta di ombre e rimpianti, una vicenda dai colori spenti e offuscati dalla sofferenza. Sarà Ruben a portare un po’ di luce e speranza nella vita di Mattia, a ridonargli quieti sorrisi e palpiti di un sentimento che credeva perso per sempre. Attraverso un percorso di guarigione fisica e psicologica Mattia imparerà ad apprezzare nuovamente la vita, imparerà ad amare ancora, senza riserve, permettendo a Ruben di dispiegare le ali e volare verso il suo futuro, libero di essere sé stesso.

Ignoro la ragione per cui dopo tanto dolore, si creda ancora all’amore, alla necessità che stia nella nostra vita come una linfa vitale anche se ci ha distrutto, tradito, anche se per troppo tempo si è dimenticato di noi.

VOTO 4.5/5