Dreamspinner Press Italia

Recensione – “DELITTI E DISASTRI” Murder and Mayhem #1 di Rhys Ford

Titolo: Delitti e disastri
Titolo Originale: Murder and Mayhem
Serie: Murder and Mayhem #1
Autore: Rhys Ford
Traduzione: Claudia Milani
Cover Artist: Reece Notley
Genere: Suspense M/M
Casa Editrice: Dreamspinner Press in Italiano
Lunghezza: 238 pagine
Prezzo: $ 6.99 su Dreamspinner – Ebook €6,15
Data di pubblicazione: 5 Marzo 2019

Acquista

DREAMSPINNER

ENGLISH EDITION

Sinossi

L’ex topo d’appartamento Rook Stevens ha rubato molti oggetti preziosi in passato, ma mai prima d’ora era stato accusato di aver sottratto una vita. Una cosa è trovare una vecchia complice ad aspettarlo dentro al Potter’s Field, il suo negozio di cimeli della cultura pop, un’altra è inciampare nel suo cadavere.

Il detective Dante Montoya era convinto di aver chiuso per sempre con Rook Stevens, dopo che il suo precedente partner aveva falsificato delle prove per incastrare il ladro di gioielli che invece se l’era cavata impunemente. Così, quando interrompe la fuga di un sospettato di omicidio coperto di sangue, rimane senza parole nello scoprire che si tratta proprio dell’uomo che aveva giurato di mettere dietro le sbarre e che continua a fargli ribollire il sangue nelle vene anche a distanza di anni.

Rook è determinato a scrollarsi di dosso l’accusa di omicidio, anche se ciò significa prendere le distanze dal duro detective messico-cubano che lo ha arrestato. Ma come se un’artista della truffa morta non fosse abbastanza, presto se ne aggiungo altre e, mentre i cadaveri si ammucchiano ai suoi piedi, Rook è costretto a chiedere aiuto proprio all’ultima persona che in teoria dovrebbe credere alla sua innocenza… e l’unico uomo che non è mai riuscito a dimenticare.


RECENSIONE

Non era un semplice poliziotto. Ma il piedipiatti che più di tutto avrebbe voluto vederlo morto. Nonché l’unico da cui si fosse mai lasciato toccare.

Sicuramente sarò di parte in questa mia recensione perché amo particolarmente le storie di Rhys Ford, amo il suo stile sempre frizzante e sagace, ironico e appassionante. In “Delitti e disastri” l’impatto con la storia è subito forte, veniamo catapultati nella vicenda attraverso eventi adrenalinici, cupi e di pericolo. Eventi che si stemperano velocemente grazie all’utilizzo di caratterizzazioni e situazioni attraverso il molteplice uso di metafore e citazioni divertenti. Tutta la storia è ambientata in una Los Angeles cupa, sporca e decadente, che si nasconde sotto il luccichio patinato del mito di Hollywood, una realtà ben lontana dall’immaginario, fatta di illusioni e sogni infranti.

Voleva più di una singola notte. Più di una truffa o un furto. Voleva svegliarsi accanto a qualcuno che fosse davvero contento di vederlo anziché mostrargli la porta.

Rook è sicuramente un personaggio particolare, un uomo complesso, quasi fosse un rompicapo, e come tale lo scopriamo lentamente lungo tutta la narrazione. È un uomo sfuggente, caratterizzato da un’intelligenza acuta, è un predatore che si avvale di inganno, manipolazione e seduzione per ottenere sempre tutto ciò che vuole. Nasconde da sempre dentro di sé un dolore annichilente, l’abbandono. Preferisce andarsene, fuggire da tutto e tutti prima di essere abbandonato, prima di provare ancora una volta dolore, lui sa che nessuno potrà mai amarlo, lui non vale nulla. Ritrovare un cadavere nel suo negozio e precipitare in una spirale di eventi mortali lo porranno al centro di sospetti e illazioni, pericolo e vendetta, e… Dante.

“Perché ho visto che faccia avevi quando lo hai chiamato piccolo, Montoya.” Il collega ingranò la marcia, poi controllò gli specchietti e si reimmise nel traffico. “Lo vuoi così tanto che il tuo desiderio è quasi una presenza fisica.”

Cinque anni sono passati ma Dante non è mai riuscito a dimenticare Rook. Il suo desiderio di acciuffarlo, per i reati di cui era sospettato, e la brama di possederlo nel desiderio e nel ricordo di una notte lontana, sono emozioni che vibrano sotto la superficie, che premono e fremono nel disperato bisogno di toccarlo e farlo suo, di incatenarlo a sé e alla lussuria che non riesce più a dominare.

Tra tradimenti e sospetti, pallottole e macchine impazzite, il nostro dolcissimo Rook sembra perseguitato anche dalla sfortuna, una malasorte che lo porterà ad appoggiarsi, a fidarsi, e nel letto di Dante.

“Ti scordi una cosa, vecchio,” lo apostrofò Rook entrando nella stanza con i pollici infilati nei passanti dei Jeans a vita bassa. “Noi froci possiamo sempre avere dei figli, ma per quanto tu faccia, gli stupidi rimarranno stupidi.”

In “Delitti e disastri” sono diversi i personaggi ben inseriti e caratterizzati, figure che donano alla vicenda un maggior spessore emotivo e che permettono un maggior risalto degli eventi narrati. Sicuramente Arcibald Stevens, nonno di Rook, è colui che spicca al di sopra di tutti. È un uomo duro e deciso, un uomo che ottiene sempre tutto ciò che vuole. Le situazioni che prendono vita dai battibecchi tra nonno e nipote sono stacchi di divertita leggerezza, attimi che si inseriscono con armonia e fluidità all’interno della vicenda.

“Delitti e disastri” è una storia che ci offre un’ampia gamma di emozioni, viviamo la suspense e il pericolo, il desiderio e l’erotismo, ma ci permette di provare anche dolcezza e divertimento insieme a sprazzi di tenera commozione.

VOTO 5/5

Copia ARC fornita dalla CE


RHYS FORD

Rhys Ford è nata e cresciuta alle Hawaii, poi se n’è andata a vedere il mondo. Dopo essersi masticata una pila di libri, un sacco di cibi strani, e un paio di fidanzati di passaggio, alla fine Rhys è approdata a San Diego, che è un gran bel posto ma ha davvero bisogno di più pioggia.

Al momento Rhys lavora ammassando pixel grafici per una compagnia di gestione patrimoniale, a un piano molto in alto e con una vista fantastica vista sul mare, e ammette di condividere la casa con tre gatti, un batuffolo nero di Pomerania, un cane lupo in miniatura e un indomabile Cairn terrier rossiccio. Inoltre lavora come una schiava per mantenere in buono stato una Pontiac Firebird del 1979, un portatile Qosmio, e una macchinetta per il caffè rossa Hamilton Beach.

RHYS FORD – AMAZON.IT

RHYS FORD – AMAZON.COM