Dreamspinner Press Italia

Recensione in Anteprima – “CANI E LUPI” Wolf Winter #1 di TA Moore

Titolo: Cani e lupi
Titolo Originale: Dog Days
Serie: Wolf Winter #1
Autore: TA Moore
Traduzione: Victor Millais
Cover Artist: Anne Cain
Genere: Paranormal M/M
Casa Editrice: Dreamspinner Press in Italiano
Pagine: 202
Prezzo: $ 6.99 su Dreamspinner
Data di pubblicazione: 26 Febbraio 2019

Acquista

DREAMSPINNER

ENGLISH EDITION

Sinossi

Il mondo non finisce con uno schianto, ma con un diluvio. I tornado invadono il cuore di Londra, New York soffoca sotto un’ondata di calore che fa sciogliere persino l’asfalto, mentre la Russia congela sotto uno spesso strato di permafrost. All’inizio le persone si uniscono, paracadutando aiuti dal cielo e facendo evacuare la popolazione, ma il clima non fa che peggiorare.

A Durham, il mite professore universitario Danny Fennick si prepara ad affrontare la tempesta. È cresciuto nelle Highlands scozzesi, perciò ha già vissuto inverni rigidi in passato. Inoltre, ha un vantaggio. È un lupo mutaforma. O, per essere precisi, un cane mutaforma. Meno impressionante, ma sempre utile.

Tuttavia gli altri lupi mutaforma non credono che quello sia un inverno qualsiasi e stanno attraversando il Vallo per marcare il loro nuovo territorio. Tra loro ci sono l’ex di Danny, Jack, Principe Ereditario del branco del Numitor, inseguito dal fratello che vuole ucciderlo.

L’inverno dei lupi non è bianco. È rosso come il sangue.


RECENSIONE

L’inverno dei lupi non è bianco. È rosso come il sangue.

Se come me avete letto tutti i libri tradotti e pubblicati sui mutaforma, se avete ben presente i canoni su cui le storie si sono sempre poggiate, cancellateli perché state per fare un salto nell’ignoto. Farete un viaggio in un mondo difficile e cruento, in cui la storia si tinge di nero, incubi e pericolo. L’autrice, TA Moore, attraverso uno stile graffiante, spigoloso ed esacerbante, ci parla con tratteggi accennati di cose non dette che si agitano sotto la superficie della normalità. La fine del mondo come lo conosciamo,  predetta dalle antiche profezie, è vicina. Finalmente le terre selvagge fatte di magia, Dei e lupi sanguinari potranno spezzare l’esilio in cui Adriano, l’imperatore romano, li aveva condannati secoli prima.

Jack non era urbano o civilizzato. Il lupo era troppo vicino alla superficie, e sia da animale che da uomo, i suoi occhi rimanevano gli stessi.

Danny, uomo cane, si è allontanato da tempo dal branco per vivere tra gli umani, reclamando per sé una normalità che non gli appartiene completamente. Vive una vita ai margini da sempre, non abbastanza umano e, sicuramente, non un lupo. Il suo sangue annacquato l’ha condannato ai margini di una gerarchia fatta di regole ferree e, troppo spesso, crudeli. Non vuole un branco, non ha bisogno di un branco, ma quando Jack ricompare prepotentemente nella sua vita, tutte le sue convinzioni e i suoi progetti sono destinati a crollare sotto a ciò che brama veramente e da cui scappa da dieci lunghi e solitari anni. Chi è lui veramente? Cosa desidera davvero? Sarà capace di accantonare ogni istinto di ribellione per concedersi una possibilità di essere felice con colui che non ha mai potuto dimenticare?

Quello era Danny, però. Lo sfacciato, irriverente Danny, che aveva trascorso troppo tempo insieme agli umani e fingeva di non aver bisogno del branco. Jack voleva farglielo dire, voleva che lo ammettesse.

Jack, principe ereditario, esiliato dal suo stesso padre per la sua natura, scacciato dalle sue terre e senza più un branco, è in pericolo. Quando la caccia selvaggia si scatenerà in tutta la sua terrificante violenza, tingerà di rosso ogni realtà umana, ogni certezza e sicurezza. Ritrovare Danny, ritrovare colui che non è riuscito mai a dimenticare, il ragazzo che gli ha incendiato istinto e ragione con la sua testardaggine, con la capacità di piegarsi all’istintiva sensualità e all’erotismo più sfrenato per rifiutarlo e allontanarlo subito dopo, in una lotta tra rabbia e desiderio, volontà e ribellione, lo porteranno a ricostruirsi un branco, a lottare per la loro salvezza e per il loro futuro insieme.

Era sempre stato maledettamente facile amare Jack, e troppo difficile smettere di farlo.

Quando tra la furia degli elementi scatenata da antichi Dei, arriverà anche Gregor, gemello di Jack, scelto ma non prescelto per condurre il branco, principe e successore, deciso a battere e uccidere Jack per dimostrare il suo valore, ogni evento precipiterà. Quando il bianco si tingerà di rosso sangue, quando dalle ombre antichi miti si sveleranno in un orrore mai concepito, riusciranno a sopravvivere? Saranno in grado di abbandonare ogni remora e rivalità per lottare insieme?

TA Moore ci precipita in un mondo al di là di ogni realtà. Un mondo in cui miti e leggende si rincorrono in un vortice di fantasia e horror al limite di ogni immaginazione. “Cani e lupi” è un libro che consiglio vivamente, una storia scevra da dolcezza e romanticismo, ricca di istinti ferali. Bellissimo. Spero venga tradotto al più presto il secondo volume in cui Gregor sarà il principale protagonista.

VOTO 5/5

Copia ARC fornita dalla CE


TA MOORE

Da piccola, TA Moore credeva fermamente di essere un Bambolo del Campo Incantato. Quello non è stato altro che l’inizio di un lungo legame con il mondo del fantastico e del mistero. Vive in una città mercantile sulla costa dell’Irlanda del Nord e ha il permesso di inviare ai suoi amici solo tre link strani e inquietanti al mese (nonostante lei sia ancora del parere che una guida fai-da-te sulla biforcazione del pene sia più interessante che inquietante). È inoltre convinta che aggiungere “spaziale!” a qualsiasi cosa la renda del quaranta per cento più interessante. Cerca di accarezzare qualsiasi animale le capiti di incrociare (serpenti inclusi, ma insetti esclusi). Anche se ha raccontato a un’amica di essere salita a piedi fino al castello di Tintagel in Cornovaglia, in realtà era solo arrivata sulla spiaggia, si era resa conto che la scalata era molto alta e ci aveva rinunciato.

Aspira a essere una cinica misantropa, ma per sfortuna il suo carattere solare e l’incapacità di essere sgarbata con gli sconosciuti glielo impediscono. Se TA Moore si comporta in maniera sgarbata con te, vuol dire che siete diventati amici.

TA MOORE – AMAZON.IT

TA MOORE – AMAZON.COM