Recensioni

Recensione – “IO E L’AMORE” di Dora Masi

Titolo: Io e l’amore
Autore: Dora Masi
Genere: Romance
Casa Editrice: Le Mezzelane Casa Editrice
Lunghezza: 111 pagine
Prezzo: Ebook €2,99 – Cartaceo €6,71
Data di pubblicazione: 15 Novembre 2018

ACQUISTA

Sinossi

Riuscirà Manuela, pasticciona e sognatrice, a fare colpo sul bel Salvo? E, soprattutto, ne varrà davvero la pena?
Dopo molti anni Manuela i ritrova tra le mani l’unica pagina superstite di un diario segreto che scriveva quando aveva diciott’anni. Un ritrovamento casuale che le permette di fare un tuffo nel passato e rievocare la sua prima vera cotta, avente come protagonista Salvo. Un ragazzo popolare, bello e simpatico, perfetto sotto ogni punto di vista, o almeno, questo era ciò che pensava Manuela, che da ben due anni era innamorata di lui, senza di fatto conoscerlo realmente. Così, con un effetto domino che ha inizio con quell’unica pagina, la donna rivive i giorni del suo ultimo anno al liceo, quando decise di dare una svolta alla propria vita cambiando il proprio look. Un gesto estremo, compiuto equivocando i consigli di Silvia, la sua migliore amica, e di Marco, il ragazzo che le dava ripetizione di matematica, che la spronavano a mostrarsi più sicura di sé. Con un nuovo taglio di capelli e le lenti a contatto al posto degli occhiali, Manuela viene finalmente notata da Salvo. Per tale successo però, deve pagare un prezzo: rinunciare a molte delle sue passioni, che il ragazzo non solo non capisce, ma trova ridicole. Scoprirà sulla propria pelle l’errore fatto quando capirà di essersi annullata per una persona che ha solo idealizzato. Senza aver imparato nulla da questa esperienza e senza capire realmente se stessa, Manuela crede poi di essere innamorata di Marco, che da sempre la sostiene e la incoraggia, ma che a sua volta risulta essere la scelta sbagliata. Questa però sarà la svolta, il momento Manuela in cui capirà davvero cosa vuole dall’amore, intuendo che cambiare solo per piacere a gli altri non è sempre la scelta migliore.

RECENSIONE

Oggi, seduta comodamente sul mio letto, forte dell’esperienza del passato, rido di certe situazioni da commedia drammatica, ma in quel giorno sentivo di poter cambiare il mondo solo per aver preso coscienza di poterlo fare.

Ritrovare la pagina di un diario è riportare alla memoria un periodo adolescenziale dolce-amaro, fatto di insicurezze e illusioni, palpiti e speranze troppo spesso infrante. Ricordare con un pizzico di divertimento le fantasie e la timidezza, le prime cotte, la convinzione di essere innamorata veramente, l’incapacità di esprimersi, i giorni no e quelli in cui tutto era possibile, in un turbinio di emozioni troppo spesso incontrollabili nella mutevolezza dell’età. 

In “Io e l’amore” ci affacciamo su un passato in cui ci riconosciamo tra sorrisi e disperazione. Manuela sogna e crede nell’amore imparato sui banchi di scuola, quell’amore raccontato dai poeti, amori spesso tragici ma immortali, quegli amori raccontatici nei film o nei cartoni Disney.

Fai qualcosa di diverso, osa. Basta esitare! Cambia il tuo modo di vederti e vedrai che funzionerà.

Cambiare per farsi notare. Quanta disillusione arrecherà modificare sé stessi per piacere? Sicuramente Manuela rischierà molto, rischierà di perdersi, perdere la sua individualità e identità per conquistare il ragazzo dei suoi sogni, un ragazzo che non sa che esiste. E così Manuela, la donna di oggi, ricorda con affetto e disincanto un periodo difficile, un percorso di crescita spesso doloroso ma che è servito per capire, maturare e amare un po’ di più sé stessa. Ricorda con affetto la ragazza di allora, la diciottenne innamorata dell’amore, spinta dal bisogno di provarlo e di esserne la destinataria. Una ricerca di un senso d’appartenenza, il desiderio di sentirsi speciali per qualcuno, esistere ed essere tutto il mondo per un ragazzo. Vivere un ricerca che spesso è paura, paura di una solitudine che attanaglia la mente e il cuore alle soglie dell’età adulta, un bisogno di conforto e sostegno.

Se ogni storia ha una morale, la mia può riassumersi così: non dissemino scarpette, né assaggio mele avvelenate nella speranza di essere soccorsa da un aitante principe, perché con la sfiga che mi ritrovo mi caccerei solo in un bel guaio.

“Io e l’amore” è una storia dolce in cui riconoscersi, una storia che ha saputo farmi sorridere e ricordare. È un viaggio melodico che l’autrice, Dora Masi, ci racconta con fluidità e cura grazie ad una narrativa scorrevole e immediata, uno stile lineare, semplice, ma capace di catturare l’attenzione e calarci completamente nella vicenda. Consigliatissimo.

VOTO 5/5