Distopici/Utopici

Recensione – “COME UN MARCHIO SULLA PELLE” Shadows vol.2 di Mary Durante

Titolo: Come un marchio sulla pelle
Serie: Shadows vol.2
Autore: Mary Durante
Genere: Distopico QLGBT
Casa Editrice: Quixote Edizioni
Lunghezza: 327 pagine
Prezzo: Ebook €3,99
Data di pubblicazione: 25 Gennaio 2019

ACQUISTA

Sinossi

«Non si era detto un anello?» aveva commentato Lucifer.
E lui aveva accennato un ghigno, ignorando il cuore che batteva troppo rapido nel suo petto orfano di chip.
«Sai che non sono un fan delle scelte convenzionali.»
Lucifer aveva sollevato la catenina, osservando il ciondolo alla luce del tramonto e delineandone i contorni con un polpastrello, un tocco leggero mentre occhi troppo seri tardavano a tornare a dedicargli attenzione e una risposta.
Quando aveva riportato gli occhi su di lui, però, non aveva risposto a parole. Invece gli aveva sorriso, la prima volta che lo aveva fatto senza minaccia, divertimento o ironia, una piega delle labbra un po’ incerta, come se non fosse stato abituato a mostrarla e non fosse davvero sicuro di averla realizzata nel modo giusto.
Gli aveva sorriso e lo aveva guardato come se fosse qualcosa di prezioso, lui, più ancora del chip che pendeva da quel grezzo esempio di collana simile alle piastrine di riconoscimento dei soldati. E Matt si era reso conto davvero di essere innamorato.

Fidanzato felicemente e alle prese con i preparativi più o meno ostici del proprio matrimonio, Matt quasi non riesce credere di aver davvero raggiunto un lieto fine. Eppure Roderick è morto, Anderson è stato incastrato e lui vive con il Dom dei suoi sogni, che si è perfettamente calato nella sua nuova identità. Ma una vita da criminale non è così facile da lasciarsi alle spalle e gli strascichi del passato di sangue di Lucifer forse risultano troppo pericolosi per chi ha già un importante segreto da mantenere.
Impegnato ad affrontare un radicale cambiamento nella sua vita e posto di fronte a un bivio, Matt si renderà conto che avere qualcuno di prezioso significa solo avere di più da perdere.

RECENSIONE

“Non voglio un sub che vada nel subspace, Matt. Voglio te. Ti avrei voluto anche se ti fossi tenuto il chip.”

In questo secondo volume viviamo finalmente l’amore di Matt e Lucifer in un rapporto legato alla quotidianità, tutto sembra risolto, i pericoli eliminati e i legami con il passato recisi definitivamente. Nonostante tutto ciò alcune ombre e inquietudini si profilano all’orizzonte, minacce che destabilizzano il loro rapporto, insicurezze che hanno origine da loro stessi. Viviamo gli attacchi di panico di Matt nel ricordo del passato, ferite che non gli permettono di lasciarsi andare completamente all’uomo che ama, paure che lo convincono di essere inadeguato, guasto. Il suo egocentrismo lo porta a colpevolizzarsi di ogni accadimento nel timore di perdere l’unico uomo che abbia mai amato e che amerà mai.

Ti guarda come se temesse di vederti sparire sotto ai suoi occhi, come se temesse di non meritarti.

Lucifer è un’assassino, un predatore, un uomo pericoloso, ma nulla può davanti all’amore che prova per Matt, un amore che è insicurezza, un’insicurezza che è paura. Teme di perdere l’unica sua ragione di vita, l’unico uomo che lo ami per quello che è veramente, l’unico che riesca a vedere oltre la maschera di sicurezza e forza.

“Tu sei il mio Dom! E io non voglio nessun altro, ma non ti permetto di lasciarmi così, solo perché non puoi accettare il fatto che anche tu sei umano.”

“Come un marchio sulla pelle” è sicuramente un volume più incentrato sulle emozioni dei protagonisti, sulle loro paure e debolezze, sulla fiducia e la comunicazione verbale e non. L’autrice, Mary Durante, ci fa dono di un volume inizialmente più soft in cui ci gustiamo l’amore tra Matt e Lucifer. Nonostante si parli di dom e sub le scene di sesso sono sempre molto sensuali e ben inserite nella vicenda, scevre da morbosità inutili. Attraverso una narrativa dallo stile diretto e coinvolgente riusciamo a percepire ogni emozione vissuta dai suoi personaggi, li viviamo attraverso la dolcezza, le coccole e, perché no, anche le liti come tutte le coppie comuni. Un solo avvertimento, non rilassatevi troppo perché, quando tutto sembra assestarsi in previsione del matrimonio, un pericolo ritorna dalle ombre del passato per ottenere vendetta. Un rapimento, un sacrificio, un colpo di pistola e il buio della disperazione entrerà nelle loro vite rischiando di costargli tutto.

“Vuoi lasciarmi un altro marchio?” Il suo Dom si sedette accanto a lui. “Ti ho sempre detto che sei mio, Matt,” mormorò, accarezzandogli i capelli sudati. “Ma la cosa funziona In entrambi i sensi.” Con un sorriso, gli tese il coltello.

“Come un marchio sulla pelle” è una storia più introspettiva della precedente. Una vicenda che sa regalarci momenti leggeri e ricchi di tenerezza grazie ad una narrativa fluida e scorrevole, uno stile che sa ammaliare e coinvolgere fino al meritato lieto fine.

VOTO 4,5/5

SHADOWS

MARY DURANTE – AMAZON.IT

MARY DURANTE – AMAZON.COM

Annunci