Fantascienza

Recensione – “NATI SULLA TERRA” di F.L. Scala

Titolo: Nati sulla terra
Autore: F.L. Scala
Genere: Fantascienza
Casa Editrice: F.L. Scala
Prezzo: Ebook € 3,99 – Anche in Kindleunlimited
Data di pubblicazione: 1 Settembre 2018

ACQUISTA

AMAZON

Sinossi

Daniel Warviz, affermato professore e linguista,
divulga senza troppo sbilanciarsi tesi sull’origine misteriosa dei popoli antichi,
fino a quando qualcuno arriva a pretendere spiegazioni.
Un uomo comune gettato in una storia più grande di lui,
un’organizzazione che nasconde segreti antichi di millenni ed
uno scienziato che cerca la via per la vita eterna.
Una ricerca della verità che attraversa metà del mondo
RECENSIONE
Premetto subito che questo è il primo libro che leggo di questa autrice, una storia che ha saputo suscitare in me curiosità fin dalla sua sinossi.
Ho sempre amato il fascino del mistero, se a questo aggiungiamo miti e leggende, testi sacri e studi linguistici di antichi testi, otteniamo una storia affascinante e, perché no, plausibile.
Sicuramente decidere di scrivere una storia come “Nati sulla terra” richiede oltre a molta creatività anche una buona dose di ricerca per saper dare, alla trama, veridicità.
Al centro di tutta la storia un diario trafugato, uno studioso linguista, Daniel, due fazioni segrete in una lotta secolare, con obiettivi e mezzi diversi ma che, entrambe, condividono gli stessi segreti. Tra complotti e congiure, passioni e amore, veniamo irretiti in un gioco in cui fatichiamo a capire dove  si pone la verità, luce e ombre, ragione o torto non sono così distinguibili come vorremmo, instillandoci un sottile velo di ansia e aspettativa.
Lentamente tra i dubbi e i sospetti ci affezioniamo a tutti i personaggi, o quasi, che ruotano intorno alla vicenda, uomini e donne caratterizzati a tutto tondo, con sogni, speranze e molti segreti. Al centro di tutto e tutti spicca Laila, una giovane donna che fatichiamo ad inquadrare, sono troppe le cose che tace. Chi è veramente Laila? Un comandante severo e un soldato senza paura? Laila è questo e molto più. E’ una donna pronta a sacrificare il suo amore per Daniel pur di raggiungere l’obiettivo che si era prefissata, giusto o sbagliato che sia.
Siccome non posso e non voglio spoilerare la vicenda, mi limito a dirvi che “Nati sulla terra” è un libro che ha saputo appassionarmi moltissimo. Dopo un inizio , per me, un po’ difficoltoso nell’inquadrare la storia, gli eventi hanno saputo ammaliarmi fino alla parola fine. 
Sinceramente spero che l’autrice F.L. Scala abbia in previsione di regalarci un volume due in cui ritrovare tutti coloro che hanno reso questa storia unica e coinvolgente.
“Potevo accettare i segreti, potevo accettare le informazioni non dette, ma non questo Laila.” Lei però continuava a guardarlo con tenerezza. “Ed è per questo che ti amo, Daniel”
Voto 4,5/5