Recensioni

Recensione – “Le ragazze perdute di Otter Creek” di Phil Kansel

Titolo: Le ragazze perdute di Otter Creek
Autore: Phil Kansel
Casa Editrice: Self
Genere: Thriller
Lunghezza:  pagine 282
Prezzo Ebook: € 2,99
Data di pubblicazione: Maggio 2018

Acquista

https://amzn.to/2FZzksp

Trama 

Vermont, gennaio 1988.
Sean Grayson, nove anni, è ritrovato tramortito nel bosco vicino casa, mentre la sua sorellina Kelsie, di sei anni e mezzo, è misteriosamente scomparsa.

A distanza di trent’anni, le circostanze riportano Sean nella zona in cui Kelsie è svanita. In quel contesto, viene a contatto con delle prove che collegano sua sorella a una serie di bambine e ragazze le cui sparizioni restano un mistero irrisolto. È dunque possibile che Kelsie possa essere stata una delle vittime di un serial killer noto come ‘l’assassino dell’Otter Creek’.
Stephanie Callahan, ex giornalista e autrice di bestseller, viene incaricata dal suo agente di indagare sulle sparizioni per un possibile nuovo libro. Ha bisogno di scoprire se il famigerato assassino dell’Otter Creek possa essere qualcosa di più di una leggenda locale. Questa è l’ultima possibilità per Stephanie di riportare in carreggiata la sua fallimentare carriera e affrontare i suoi demoni personali.
Ma scoprire i segreti del passato può avere conseguenze pericolose. Sean e Stephanie stanno per essere trascinati in una rete di inganni, menzogne e omicidi. Una rete che perdura intatta da più di quarant’anni, e che ancora non cessa di intrappolare le sue vittime.
Quando i loro destini s’incroceranno, Sean e Stephanie dovranno apprendere che scavare nei segreti del passato può portare alla luce ben più della verità.

Un thriller che afferra dall’inizio alla fine, con colpi di scena e un finale impossibile da indovinare

RECENSIONE

Sean non desidera affatto tornare in quella casa. Le sue pareti ospitano troppi brutti ricordi. Oltre a quello della scomparsa di Kelsie, ce ne sono altri che gli sfuggono quando tenta di ricordarli. Eppure, hanno perseguitato i suoi sogni nel cuore della notte, quando non voleva nient’altro che dimenticarli. Se solo avesse avuto modo di riflettere.

Trent’anni dopo la scomparsa della sorellina, Kelsie, e la fuga senza guardarsi indietro con la madre, Sean deve tornare in Vermont. Il suo ritorno è inquietante, ricordi dimenticati bussano prepotenti alla sua mente sopita dai traumi e dalla sua giovane età durante gli eventi. La domanda che sorge spontanea è, cos’è che ha visto o percepito nella sua infanzia da portarlo a rimuovere qualsiasi ricordo?

Di una cosa è più che sicuro: gli anni d’infanzia trascorsi in quella casa non sono stati felici, persino prima che Kelsie scomparisse.

Qualcosa si nasconde nell’ombra, qualcuno che non vuole il suo ritorno, qualcuno che teme sia come il padre. Ma è veramente il padre il killer? Cosa si nasconde nella campagna, quale oscuro segreto si cela nelle profondità dei boschi? Lentamente cominciano a risaltare i primi indizi, le continue sparizioni protratte per decenni dalla stessa mano. Nello stesso momento e nello stesso luogo anche Stephanie, scrittrice del crime in un momento difficile della sua vita, indaga e delinea le poche traccie in suo possesso, briciole d’informazioni, pezzi di un puzzle di cui tenta di completarne l’immagine. Una terzo fronte investigativo è dato dalla polizia locale, il Capo McLain, giovane agente all’epoca della scomparsa di Kelsie, sa che il male si nasconde nella sua comunità e, lui, è intenzionato a catturarlo.

L’unico vero legame che ha con quel luogo era Kelsie. E deve accettare il fatto che non saprà mai cosa le è successo. Che fine abbia fatto. Il passato ormai è andato morto per sempre. Ed è giunto il momento di seppellirlo definitivamente.

Tra parenti inquietanti, effrazioni, minaccie più o meno velate e aggressioni, Sean e Stephanie non si arrendono, ma quanto in là potranno spingersi prima che il male li colpisca negli affetti più cari? Quello che posso dirvi è che ho amato moltissimo la lettura di questo libro, un thriller avvincente in cui tutti i personaggi sono ben caratterizzati psicologicamente, personaggi che destano in noi sospetto e inquietudine. “Le ragazze perdute di Otter Creek” di Phil Kansel è un libro che consiglio vivamente a tutti gli appassionati del genere, per quanto mi riguarda spero al più presto di aver la possibilità di leggere altre storie di Phil Kansel. Buona lettura a tutti.

Le ragazze perdute di Otter Creek

Annunci

Categorie:Recensioni, Thriller